LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Lotta al cancro, tornano in piazza le azalee per l'acquisto di un casco termico

"Il volto della speranza" raccoglie fondi per il macchinario che impedisce di perdere i capelli. Ecco come contribuire

Lotta al cancro, tornano in piazza le azalee per l´acquisto di un casco termico
Carrara - L’associazione “Il volto della speranza”, impegnata nella lotta contro i tumori, ha un sogno: l’acquisto di un macchinario che riduce, e spesso impedisce addirittura, la perdita dei capelli nelle pazienti sottoposte a chemioterapia. Insieme a Roberta Crudeli, caposala di oncologia presidente del volto della speranza, lo annunciano il vicepresidente, l’oncologo Alfonso del Freo, e la storica segretaria Gabriella d’Ippolito. Il dispositivo è dotato di due cuffie termiche: abbassando la temperatura del cuoio capelluto creano una vasocostrizione che impedisce il passaggio delle sostanze chimiche durante il trattamento. In Toscana si trova solo a Prato e Pontedera. È inoltre usato in 11 ospedali italiano: il Perrino di Brindisi, il policlinico Gemelli di Roma, il presidio ospedaliero Santa Croce di Fano, l’ospedale Infermi di Rimini, l’Istituto oncologico veneto di Padova, l’ospedale Maggiore di Trieste, la Fondazione poliambulanza e gli Spedali Civili di Brescia, l’istituto europeo di oncologia di Milano, ospedale Sant’Anna a Torino e l’ospedale Umberto I di Lugo di Ravenna.

II trattamento ha una percentuale di efficacia del 40-60%. Il costo è considerevole: oltre i 40mila euro. Per questo Il volto della speranza ha organizzato la vendita delle azalee per Sabato 12 e Domenica 13 Maggio: i fiori si potranno trovare in galleria a Carrara, presso la Coop ad Avenza, a Marina in piazza Ingolstadt il Sabato e in piazza Menconi la Domenica. Oltre ad essere presente in tutti i Comuni della Lunigiana, l’associazione avrà un nuovo punto vendita anche a Massa: il Brico center di via Marina Vecchia. Naturalmente si tratta di un primo passo: eventuali associazioni e organizzazioni sono invitate a dare il loro contributo.
L’associazione si sostiene con iniziative di autofinanziamento, con il tesseramento e le donazioni: c’è anche la possibilità di donare il 5xmille.

“Il volto della speranza”, dopo 35 anni trascorsi in un edificio fatiscente nei pressi della CGIL, adesso ha una nuova sede al secondo piano dell’edficio H del monoblocco, sopra anatomia patologica. Nell’associazione prestano servizio ben 30 volontari che si occupano di assistere i pazienti in day hospital, preparando loro le merende e facendo conversazione. «Abbiamo bisogno di forze nuove – afferma Crudeli – ad Ottobre faremo un nuovo corso per volontari. Una formazione adeguata è indispensabile.»

Nel corso degli anni, Il volto della speranza ha acquistato oltre 3 milioni di euro di macchinari. «Quello per il conteggio dell’emocromo è lo stesso che posseggono al NOA – osserva Crudeli – e consente ai pazienti di avere immediatamente i risultati». Moltissime le iniziative sostenute, come le borse di studio per medici, biologi, fisioterapisti: al momento l’associazione stipendia una biologa in regime libero professionale. «Vorremmo tornare ad avere un fisioterapista come in passato,» spiega Crudeli. Molte le iniziative di divulgazione, che mirano a diffondere le linee guida mondiali per la prevenzione dei tumori: il 19 Maggio è previsto un convegno al NOA. Il 17 Agosto, chi lo vorrà potra partecipare alla corsa per la speranza e colorare la città, indossando la maglia rosa simbolo della lotta ai tumori al seno. È sufficiente versare una piccola quota d’iscrizione.
Giovedì 10 maggio 2018 alle 16:20:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News