Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 13.03 del 26 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

In migliaia per l'ultimo saluto a don Beniamino

Il vescovo: «Sapeva accompagnare alla fede soprattutto i giovani»

il lutto
In migliaia per l´ultimo saluto a don Beniamino
Carrara - A salutare don Beniamino Bedini, il giovane parroco di Capezzano morto in un tragico incidente sulla Bretella lo scorso 30 aprile, c’è una folla. Oltre duecento persone di ogni età, molte delle quali in lacrime, si stringono le une alle altre nella chiesa di San Giovanni Battista, a Fossola, la parrocchia dov’era cresciuto, dove ieri alle 14.30 sono state celebrate le esequie. Altre sono fuori. Alla cerimonia mattutina a Capezzano Pianore, la sua parrocchia, sono venuti in migliaia. Oltre ai parroci della città, a rendere omaggio a don Beniamino ci sono il vescovo di Massa-Carrara Monsignor Giovanni Santucci, il vescovo emerito Monsignor Eugenio Binini, Il vescovo di Volterra Monsignor Alberto Silvani e il vescovo di Albenga-Imperia Monsignor Guglielmo Borghetti, che lo avevano conosciuto. Sono presenti tante associazioni di volontariato, come la Caritas e la Misericordia, e la Polizia stradale, di cui è stato cappellano. “Lo affidiamo al Signore come affideremmo un figlio al padre – don Beniamino aveva una capacità di accompagnare con entusiasmo le persone, soprattutto i più giovani, all’incontro con la fede”. Il vescovo cita il vangelo secondo Giovanni: “Gesù dice: non turbatevi, nella casa del Padre mio vi sono molti posti. Io vado a prepararvi un posto; quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me.” Poi ricorda San Paolo, le lettere ai Romani: “Nessuno di noi vive per se stesso e nessuno muore per se stesso. La vita non ci appartiene, ma è un dono. Vivere è impegnativo, difficile, faticoso, eppure noi dobbiamo amare e donare la vita.” Don Alessandro Biancalani, il parroco di Fossola, ricorda commosso Beniamino: “Stamattina a Capezzano dove ho visto delle espressioni di dolore che non erano affatto di circostanza; ho visto donne e uomini piangere, e quando si piange si sa di aver perso un amico. Questo mi ha fatto pensare al bisogno che abbiamo di sacerdoti, di persone di passione che si dispongano a questa missione. Ho visto una luce illuminare il sacerdozio di don Beniamino. Lo ringrazio per il suo esempio, che ci sollecita a dare di più. Ora dobbiamo accompagnare la mamma, Lina, e i suoi fratelli nel lutto, poiché nessuno sarebbe un grado di correre portando un peso. Sono felice che sia questa parrocchia che la sua parrocchia di origine gli abbiano tributato un così bell’abbraccio.” Al momento di salutare per l’ultima volta don Beniamino, il suo feretro bianco che avanza verso la luce all’ingresso della Chiesa viene accolto da un forte applauso.
Sabato 4 maggio 2019 alle 07:01:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario alla riapertura al traffico nel centro storico di Massa?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News