Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Giubilaro e Conforti fanno chiarezza sul caso dell'asilo di Carrara

Nessuna misura cautelare nei confronti delle insegnanti. Proteste dei genitori questa mattina, intervenuta anche la polizia

Giubilaro e Conforti fanno chiarezza sul caso dell´asilo di Carrara
Carrara - Picchiare con le stampelle e trascinare i bambini per i piedi al fine di farsi ubbidire sono solo alcuni dei maltrattamenti che emergono dai filmati delle telecamere della scuola materna di Carrara. E' questo che ha spinto gli inquirenti a notificare l'avviso di conclusione delle indagini alle quattro insegnanti finite nel registro degli indagati dopo la denuncia di una collega e della madre di uno dei piccoli.

Nonostante ciò, le insegnati continuano a svolgere il loro compito all'interno della struttura, dato che il Giudice per le indagini preliminari, dopo aver visionato due mesi di filmati, non ritiene opportuna una misura cautelare nei loro confronti.

Il procuratore capo Aldo Giubilaro e il sostituto procuratore Alessandra Conforti, a cui è stato affidato il caso, tengono a sottolineare che la Dottoressa ha emesso l'avviso di conclusione delle indagini il 27 marzo 2017, ben prima che la Procura di Massa venisse a conoscenza della richiesta di evocazione avvenuta il 6 aprile scorso. Pertanto, secondo il procuratore, non risponde a verità l'affermazione che la chiusura delle indagini sarebbe "merito" della richiesta di evocazione legale dell'associazione. "Le indagini possono dirsi esaurite solo all'eventuale raggiungimento della prova, con alto margine di certezza, della responsabilità degli indagati - chiarisce Giubilaro - Non certo perchè proposta un'istanza di avocazione".

Ma la Dottoressa Conforti, non contenta dell'ultima sentenza e convinta che le insegnanti debbano pagare per i loro errori con gli arresti domiciliari, chiederà un rinvio a giudizio avendo così la possibilità di presentare il caso ad un altro giudice.

Continuano però le proteste dei genitori dei bambini che, questa mattina, si sono radunati in strada. Grazie all'intervento della polizia tutto è tornato alla normalità.
Martedì 24 aprile 2018 alle 17:35:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News