Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.23 del 18 Settembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Furti a raffica, spaccio e ricettazione: 4 anni di carcere per un clandestino

Operazione del Commissariato di polizia di Carrara: il 26enne marocchino era ricercato da tempo

trasportava 13 chili di hashish
Furti a raffica, spaccio e ricettazione: 4 anni di carcere per un clandestino
Carrara - Furti a raffica, spaccio di droga e ricettazione. È stato condannato a oltre 4 anni di reclusione un clandestino arrestato dalla polizia di Carrara. In particolare, nella giornata di giovedì gli agenti dell'ufficio Volanti locale, a seguito di 48 ore di serrate ricerche, hanno individuato e sottoposto a provvedimento di esecuzione di pene concorrenti della durata complessiva di oltre 4 anni e 7 mesi di reclusione, cittadino del Marocco, irregolare sul territorio nazionale, di 26 anni, già noto al Commissariato carrarese in quanto svariate volte sottoposto ad indagini.

La prima, curata dalla locale squadra di Polizia giudiziaria, ha avuto ad oggetto un furto in abitazione perpetrato ai danni di un’anziana donna carrarese di 80 anni, alla quale il giovane, insinuatosi fraudolentemente all’interno della camera da letto della sua casa, aveva sottratto un orologio unitamente alla somma di 400 euro: il successivo deferimento del nordafricano all’Autorità Giudiziaria ha portato alla sentenza di condanna definitiva a 2 anni e 6 mesi di reclusione.

Un’ulteriore indagine, scaturita da una serie di furti aggravati commessi ai danni di ditte locali a cui sono stati asportati personal computer ed altro materiale informatico di ingente valore, si è sviluppata prevalentemente sul fronte acquisitivo delle impronte digitali individuate in sede di sopralluogo dagli operatori di Polizia Scientifica del Commissariato: le indagini dattiloscopiche svolte hanno restituito un giudizio di piena compatibilità di quanto rinvenuto con le impronte del e di un suo complice della stessa nazionalità, rendendo così possibile la denuncia a piede libero di entrambi.

Le altre condanne definitive da cui trae origine il provvedimento restrittivo a cui è stata data esecuzione originano dalla commissione di delitti quali ricettazione, ulteriori furti in abitazione perpetrati in altra provincia e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: nello specifico, nel gennaio 2016 veniva tratto in arresto dalla sottosezione di Polizia Stradale di Pontremoli a causa del rinvenimento all’interno dell’abitacolo dell’autovettura da lui condotta (senza patente di guida) di oltre 13 chilogrammi di stupefacente del tipo “hashish”.

Il rintraccio del nordafricano, il quale nei giorni precedenti aveva fatto perdere le proprie tracce risultando assente presso l’ultima residenza conosciuta, le abitazioni di amici e parenti ed i luoghi da lui abitualmente frequentati, oltreché irreperibile sulle utenze mobili a lui intestate, è stato reso possibile grazie all’avvedutezza degli operatori in servizio di “Volante” sul territorio: questi, dopo averlo scorto in località Marina di Carrara, dando prova di non comuni capacità operative, lo raggiungevano intimandogli di fermarsi. Lo straniero, probabilmente resosi conto delle conseguenze pregiudizievoli a cui sarebbe andato incontro, opponeva rabbiosa resistenza attiva, prontamente neutralizzata dagli agenti, che istantaneamente provvedevano ad assicurarlo a bordo dell’autovettura di servizio. Il 26enne, dopo essere stato condotto presso questi Uffici per adempiere alle formalità di rito, veniva associato presso la Casa di Reclusione di Massa per l’espiazione della gravosa pena detentiva suindicata.

(foto: repertorio)
Sabato 8 settembre 2018 alle 07:02:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News