Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Flash mob in piazza. «Come riaprirà la scuola a settembre?»

I sindacati contro la ministra Azzolina: «Vogliamo certezze e l'assunzione dei precarti». Natali (Cisl): «Soddisfatti dell'esito dello sciopero di stamani»

"Io piango senza scuola"
Flash mob in piazza. «Come riaprirà la scuola a settembre?»
Carrara - Scuola, in 50 sono scesi in piazza: sotto un fortunato sole di mezzogiorno in piazza Gramsci ha luogo il flash mob relativo allo sciopero generale della scuola di lunedì 8 giugno indetto da FLCGIL, CISL scuola FSUR, UIL scuola RUA, GILDA UNAMS e SNALS CONFSAL. Sono presenti Isa Zanzanaini, segretaria generale FLC CGIL Massa Carrara, Paolo Gozzani, segretario provinciale Cgil, Nicola Del Vecchio, segretario provinciale Filctem-Cgil. Lucia Natali, segretaria generale Cisl Scuola Toscana Nord per le province di Lucca, Massa Carrara e Pistoia e Andrea Figaia, segretario confederale CISL Toscana Nord. Oltre ai docenti e al personale ATA.

Al suolo è steso un telo che rappresenta la pianta di un’aula scolastica, con i banchi collocati alla distanza prevista dal documento del comitato tecnico del Ministero dell’Istruzione: vistosa la riduzione dei posti a disposizione. Le richieste alla ministra Azzolina che vengono ribadite con forza sono l’assunzione e la stabilizzazione dei precari; l’eliminazione dei tagli all’organico; regole certe e chiare per la riapertura in sicurezza a settembre, momento in cui si affronterà la carenza di spazi destinati alla didattica, anche e soprattutto in provincia. Nonostante la partecipazione modesta al flash mob, secondo il segretario generale texrritoriale di UIL Scuola Carlo Romanelli l'adesione dei precari di Massa-Carrara è stata imponente, anche se inferiore a quella di altre province: "Come UIL Scuola ho ricevuto tantissimi messaggi, la stragrande maggioranza dei nostri precari ha scelto di aderire allo sciopero."

"Io piango senza scuola". È uno dei cartelli simbolo di questa giornata di protesta in nome della riapertura delle scuole a settembre. "Lo ha portato in piazza una bambina e più di ogni altra parola - sottolinea Lucia Natali, Segretaria Generale Cisl Scuola Toscana Nord province di Lucca-Massa Carrara- Pistoia - restituisce le proporzioni del problema nell'avamposto più fragile del mondo scuola, che è appunto quello della scuola dell'infanzia e della primaria, laddove reciprocità e rapporto diretto sono parte integrante della didattica, ancor più che negli altri ordini di scuola. Eppure ancora non c'è chiarezza sui protocolli che dovranno essere adottati per il rientro delle fasce dei più piccoli". "Siamo soddisfatti dell'esito dello sciopero di stamani, avvenuto in forme e modalità diverse nelle varie province - sottolinea Natali - . Potente ed emozionante il flash mob in piazza Gramsci a Carrara, partecipati e ricchi di cartelloni i sit-in a Lucca, iniziative sul territorio anche a Pistoia, conferenze stampa. La scuola è il futuro stesso della società, per questo ribadiamo il nostro 'Riaprire in sicurezza'. Dobbiamo programmare oggi il rientro a scuola a settembre, un rientro per il quale è assolutamente funzionale, strategico e necessario procedere alla stabilizzazione dei precari anche nell'ottica dell'inclusione per gli studenti con disabilità. Snodi essenziali, per i quali saremo eventualmente pronti ad avviare nuove forme di protesta".
Lunedì 8 giugno 2020 alle 20:58:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News