Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.02 del 22 Agosto 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Estorsioni, furti e ricettazione: fermata coppia. Lui va in carcere

Le volanti del Commissariato di polizia di Carrara sono intervenuti domenica nei pressi di un supermercato del centro città

violenze e minacce
Estorsioni, furti e ricettazione: fermata coppia. Lui va in carcere
Carrara - Prosegue la sequenza di brillanti risultati operativi conseguiti dal Commissariato di Carrara nell’ambito di un servizio di pronto intervento contraddistinto da efficienza, capillarità e tempestività nella neutralizzazione di qualsivoglia turbativa all’ordinata convivenza civile.

In particolare, nella decorsa giornata gli agenti delle Volanti del locale Ufficio Controllo del Territorio, pattugliando i dintorni di un supermercato del centro cittadino, si accorgevano della presenza, all’interno dell’area di parcheggio dello stesso, di un uomo e una donna, presumibilmente dell’est Europa, dediti all’accattonaggio molesto. Dopo averli osservati importunare alcuni clienti del supermercato che si dirigevano verso la propria autovettura, gli operatori di Volante decidevano di intervenire, procedendo a condurre presso gli uffici di questo Commissariato la coppia sospetta e ad identificarli.

I due risultavano essere un uomo di 41 anni ed una donna di 44 anni, entrambi cittadini rumeni e di fatto senza fissa dimora, abituati a vivere di espedienti come attestato dai numerosi pregiudizi di polizia e precedenti penali per furto in abitazione, ricettazione, invasione di terreni ed edifici e circonvenzione di incapace, spesso commessi in concorso.

L’uomo era stato, inoltre, destinatario di provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio comprensivo di divieto di ritorno presso il Comune di Sestri Levante. Da una più approfondita verifica delle banche dati in uso alle Forze di Polizia gli agenti accertavano che il 41enne rumeno era destinatario di un’ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere per una sequela di gravi atti estorsivi commessi in concorso con la stessa 44enne, con violenza e minacce, nei confronti di loro connazionali per costringerli a versargli somme di denaro: misura cautelare che, seppur emessa nel settembre 2017 dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Genova, era rimasta fino a ieri ineseguita.

Gli operatori di Volante, quindi, provvedevano tempestivamente ad adempiere alle formalità di rito e ad associare il cittadino rumeno presso la Casa di Reclusione di Massa, così precludendogli, finalmente, la possibilità di perpetrare ulteriormente le condotte delittuose a cui era dedito.
Lunedì 4 febbraio 2019 alle 12:58:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News