Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 12.49 del 14 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Con-Vivere, denunciato il presidente Pincione. Il sindaco: «Atto dovuto»

La polizia municipale di Carrara ha contestato al vertice della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara alcune difformità sulla sicurezza relative alla giornata inaugurale. L'opposizione: «Situazione grottesca»

segnalazione in procura
Con-Vivere, denunciato il presidente Pincione. Il sindaco: «Atto dovuto»
Carrara - In merito alla vicenda della contestazione da parte della Polizia Municipale a carico del presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara Alberto Pincione riguardante la giornata inaugurale del Festival Con-Vivere, il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale interviene per fare chiarezza. «Quello della Polizia Municipale è stato un atto dovuto innescato dall’esito del sopralluogo della Commissione di Pubblico Spettacolo. La segnalazione alla Procura della Repubblica è stata fatta, dunque, in autonomia senza alcun tipo di input o d’intervento da parte della politica. Rispettare la legge non significa fare una ritorsione come insinua chi, in malafede, correla questo fatto al rinnovo dei vertici della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara» ha commentato il primo cittadino.

Quanto alla ricostruzione dell’accaduto, il sindaco segnala che la Commissione di Pubblico Spettacolo si è riunita ed ha effettuato il sopralluogo a ridosso dell’inaugurazione del Festival che si è tenuta il giorno 6 settembre, alle ore 17. La tempistica è stata dettata dalla necessità di attendere la fine dell’allestimento delle strutture utilizzate durante l’evento come palchi e tensostrutture. Il sopralluogo della Commissione è iniziato alle ore 15 ed è terminato solo dopo l’inizio della cerimonia inaugurale, cui ha partecipato anche Sindaco, proprio a causa delle numerose difformità rilevate. Il documento è stato trasmesso alle autorità competenti solo il giorno successivo, il 7 settembre.

Come emerge dallo stesso verbale, le difformità segnalate dalla commissione sono state numerose e non riguardavano soltanto banali prescrizioni quali “una fioriera davanti agli Animosi che impediva il passaggio di un’ambulanza, un gradino non adeguatamente segnalato e la segnaletica” – come riportato da un quotidiano locale - ma lacune ben più importanti, criticità relative sia alla prevenzione incendi che alle strutture: il corridoio di deflusso principale dei settori a sedere di via del Plebiscito era ostruito dall’impianto di regia; mancava il collegamento tra le strutture verticali portanti del capannone di piazza Matteotti e i relativi ancoraggi; la staticità del palco di via del Plebiscito non era garantita tanto che – si legge nel verbale – “si può facilmente muovere da parte di una persona”. La commissione, peraltro, è stata seguita anche dal tecnico incaricato da Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara che dunque era perfettamente consapevole del fatto che il sopralluogo si fosse concluso con un parere in cui “la Commissione alla luce delle numerose carenze progettuali, esecutive e documentali riscontrate non può esprimere parere favorevole di competenza circa l’esistenza delle condizioni di sicurezza per lo svolgimento delle manifestazioni”.

A seguito dei rilievi della commissione – fa sapere Palazzo Civico – anche su input dell’amministrazione, la Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara in quanto organizzatore del Festival Con-Vivere ha provveduto a sanare le difformità rilevate, fatto che ha permesso al sindaco di firmare l’autorizzazione per il 7 settembre e le giornate successive. Il provvedimento del primo cittadino è arrivato a seguito di azioni concrete per garantire la sicurezza dei cittadini ed il rispetto della legalità.

Intanto sull'argomento intervengono Partito Democratico, Socialisti, Alternativa per Carrara e Repubblicani. Riportiamo di seguito la nota integrale.

La notizia della denuncia nei confronti del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Alberto Pincione, per la mancanza di un’autorizzazione relativa alla giornata di apertura di Con-Vivere 2018, lascia perplessi per le tempistiche e le modalità con le quali è stata affrontata e gestita una problematica che presenta risvolti sconcertanti.
Il presidente della Fondazione sarebbe stato denunciato dalla Polizia Municipale di Carrara (a due mesi dal fatto) perché per la giornata di apertura del Festival (giovedì 6 settembre) sarebbe mancata l’autorizzazione firmata dal sindaco il quale, presente sul palco aveva comunque posto la sua firma per le iniziative delle giornate successive che si sono svolte nella stessa piazza e sullo stesso palco determinando così una situazione grottesca per la quale il sindaco ha presenziato ufficialmente ad una manifestazione da lui non autorizzata.
Difficile credere ad un eccesso di zelo da parte della Polizia Municipale considerato che, negli ultimi anni, sono stati organizzati eventi autogestiti di ogni genere in sedi istituzionali come in altri spazi pubblici per i quali nessuno si preoccupato di verificare se le carte c’erano e se erano a posto.
Viene perciò spontaneo ritenere che le modalità e la tempistica non rispondano a un’autonoma iniziativa di un settore del Comune ma semmai possano avere una connessione con le contrapposizioni in atto sui futuri assetti della Fondazione fino ad oggi presieduta dallo stesso Alberto Pincione.
Dobbiamo ribadire, ancora una volta, che la città di Carrara si trova a scontare quotidianamente l’inadeguatezza e le incertezze di un sindaco e di un’amministrazione incapaci di assumersi qualsiasi responsabilità salvo recedere rapidamente da annunci e prese di posizione spesso prive del minimo raziocinio dall’allerta meteo, alle scuole fino alla vicenda dello stadio.
Poiché siamo in uno stato di diritto l’avvocato Pincione potrà e saprà difendersi nelle sedi opportune portando le sue ragioni di presidente della Fondazione organizzatrice di Con-Vivere che, anche quest’anno, ha avuto grande successo di pubblico e riconoscimenti unanimi per il programma proposto e per l’eccellente organizzazione.
A tale proposito riteniamo doveroso esprimere al Presidente e a tutti gli organi della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, assieme alla nostra solidarietà unita a un ringraziamento per avere ideato prima e organizzato in questi anni un evento come Con-Vivere che ha fatto di Carrara un attore vero della cultura, mettendo la città in relazione con i protagonisti della conoscenza e dell’informazione, presentando eventi e spettacoli di altissimo livello e contribuendo a far vivere il centro storico e la sua economia.
Martedì 6 novembre 2018 alle 19:59:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News