Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.33 del 18 Febbraio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Cava Michelangelo chiusa, il sindaco incontra Barattini: «Preoccupati»

De Pasquale risponde alla Regione: «Il nostro operato non ha condizionato l'iter regionale. Fino al 13 febbraio il municipio non potrà comunque rilasciare alcuna autorizzazione»

Un'altra chiusura
Cava Michelangelo chiusa, il sindaco incontra Barattini: «Preoccupati»
Carrara - Questa mattina il sindaco Francesco De Pasquale e l’assessore al Marmo Alessandro Trivelli hanno incontrato Franco Barattini, l’imprenditore del marmo che lavora Cava Michelangelo. All’incontro hanno partecipato sia il personale dell’Ufficio Marmo sia il tecnico incaricato della ditta escavatrice. Al centro della riunione il fermo imposto alla Cava Amministrazione che, «come precisato – ribadisce Palazzo civico, rispondendo indirettamente alla Regione – già ieri dall’assessore al Marmo Alessandro Trivelli, non dipende in alcun modo dal Comune di Carrara».

«La vicenda – spiegano dal Comune – è stata in parte condizionata nelle tempistiche da un errore nella compilazione dei documenti da parte della ditta. In questo momento, presso gli uffici della Regione Toscana è in corso il procedimento di valutazione di impatto ambientale (Via) che include quello per il rilascio della compatibilità paesaggistica. La conferenza dei servizi regionale per questa valutazione è stata fissata il 13 febbraio e questo a fronte della scadenza dell’autorizzazione all’escavazione datata 31 gennaio. La convocazione è stata decisa dalla Regione Toscana in completa autonomia. Quanto alle incombenze in capo al Comune di Carrara, un unico parere, questo arriverà in tempi ampiamente congrui per il corretto svolgimento della conferenza».

«L’operato del Comune di Carrara – prosegue l'amministrazione – dunque non ha in alcun modo condizionato l’iter regionale. Fino al 13 febbraio il municipio non potrà comunque rilasciare alcuna autorizzazione e dunque l’attività in cava non potrà riprendere». Non a caso questa mattina Franco Barattini ha espresso gravi preoccupazioni per le ricadute occupazionali del fermo, preoccupazioni che l’amministrazione comunale condivide totalmente.

«Si tratta di un sito estrattivo di pregio, dove sono impiegate decine di persone. La scelta della tempistica per la convocazione della conferenza dei servizi operata dalla Regione Toscana evidentemente non ha tenuto conto delle difficoltà per i lavoratori di quel sito, diretti e soprattutto indiretti» ha dichiarato il sindaco Francesco De Pasquale.
Martedì 5 febbraio 2019 alle 21:58:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News