Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 22.44 del 18 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Si lavora per vivere, non per morire». Monsignor Santucci ricorda Ceccarelli

In più di duecento ai funerali del marmista morto in cava in Vietnam a seguito di una frana

LUTTO A CARRARA
«Si lavora per vivere, non per morire». Monsignor Santucci ricorda Ceccarelli
Carrara - “Il marmo ha reso grande Carrara, ma a quale prezzo?” così monsignor Giovanni Santucci, che in una lettera ha ricordato lo scomparso Angelo Ceccarelli, morto in una cava del Vietnam a soli 56 anni. Le sue parole sono state lette da Don Piero Albanesi durante le esequie, celebrate nella parrocchia del Cavatore a Bonascola oggi, lunedì 17 settembre alle 15, con l’assistenza del diacono Domenico Lorenzetti.

Don Albanesi ha declamato dall’altare la lettera del vescovo Santucci: “Ancora una volta Carrara è in lutto per la morte di un suo figlio in un incidente sul lavoro. Siamo tutti coinvolti e provocati da questa serie di incidenti mortali che mettono in crisi non solo le famiglie delle persone che sono vittime di questi episodi, ma tutti noi. Dio ha profuso bellezza e risorse incomparabili sui nostri monti e nelle valli affidandoli alla nostra cura e custodia, e nei secoli, Carrara, col suo marmo e con l’arte della lavorazione è diventata unica nel mondo. A quale prezzo però? Si lavora per vivere, non per morire. Così la morte di Angelo diventa ancora una volta il grido dei poveri, il grido dei lavoratori del marmo che chiedono vita, sicurezza, serenità nel loro lavoro.”

Il vescovo accosta il percorso di vita del marmista scomparso a un ricordo familiare: “Anche il mio babbo era un marmista, uno che il babbo lo lucidava e lo faceva risplendere. Mi diceva una battuta che più passano gli anni più sento vera: quando andremo a bussare alle porte del paradiso, ci verrà ad aprire San Pietro. Non ci farà tante domande ma ci prenderà le mani, e a quelli che hanno le mani callose dirà: tu entra, hai meritato la pace e la gioia del Cielo.”

Alla cerimonia ha preso parte anche il sindaco Francesco De Pasquale che ha espresso il proprio cordoglio a nome della giunta. Paolo Gozzani, segretario provinciale Cgil, ha espresso il cordoglio a nome dei colleghi da Lecce, dove si trova per le Giornate del lavoro: "Ai familiari e agli amici va tutta la nostra solidarietà."
Lunedì 17 settembre 2018 alle 20:31:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News