Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.35 del 25 Giugno 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«I diritti delle persone vengono prima di quelli delle piante»

Nicola Codega ha effettuato un sopralluogo con l'assessore ai lavori pubblici sul marciapiede di Marina di Carrara dissestato dalle radici dei pini. Legambiente: «Le affermazioni di Raggi non sono vere». Critiche anche dal Pd

l'abbattimento dei pini
«I diritti delle persone vengono prima di quelli delle piante»
Carrara - «Se devo scegliere tra una pianta e la qualità di vita di tanti esseri umani, sono d’accordo sull’abbattimento. Ha più diritti un pino o una persona? Nella fattispecie vengono lesi i diritti di persone disabili, mamme con passeggino e anziani, categorie più deboli che anziché essere tutelate troppo spesso finiscono per essere penalizzate»: queste sono solo alcune delle riflessioni che Nicola Codega, ideatore e anima della “Carrozzabile” ha fatto in occasione del suo sopralluogo sul marciapiede di viale Colombo dove si è recato su invito dell’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Raggi. Codega, da sempre in prima fila a sostegno della battaglia per migliorare l’accessibilità, era intervenuto nei giorni scorsi con un post sulla sua pagina Facebook in cui spiegava di essere a favore della rimozione dei pini da viale Colombo e del rifacimento del marciapiede: «Tutti beneficeranno dei nuovi marciapiedi, finalmente accessibili» ha aggiunto.

«Ho letto le sue parole e ho pensato che nessuno meglio di lui potesse spiegare le ragioni dell’intervento avviato dall’amministrazione. Per questo l’ho invitato a fare un sopralluogo con me sul posto: lo ringrazio per la disponibilità e per aver sostenuto una iniziativa che non ha e non deve avere alcun colore politico» ha commentato l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi precisando – in risposta ad alcuni articoli di stampa - che l’intervento di rimozione dei pini e rifacimento del marciapiedi del viale Colombo è stato discusso in commissione V il 29 novembre 2018 e il 24 gennaio 2019.

Intanto sull'argomento interviene anche Legambiente che risponde alle affermazioni di ieri dell'assessore Raggi. Lo riportiamo di seguito.
In merito alle ultime affermazioni dell’assessore Raggi «Legambiente si è sempre detta favorevole al taglio dei pini e ha condiviso le ragioni dell’amministrazione» vogliamo precisare quanto segue.
Ai primi di marzo abbiamo avuto un incontro con l’assessore Raggi, nel corso del quale siamo stati informati che l’amministrazione intendeva sostituire dei pini lungo alcune strade cittadine e ci è stato chiesto l’aiuto per individuare le piante più adatte per la loro sostituzione. L’assessore ha anche aggiunto che in viale Colombo sarebbero state inserite le palme al posto dei pini.
Abbiamo preso atto di quanto dichiarato da Raggi, ritenendo che intendesse abbattere pini malati o pericolosi per la popolazione, cosa comprensibilissima, visto che il dissesto del manto stradale e dei marciapiedi causato dalle radici dei pini è un problema ben noto e che gli interventi periodici per porvi rimedio, comportando il taglio di radici superficiali, indebolisce i pini stessi, conducendo alla fine alla loro destabilizzazione.
Abbiamo perciò dato la nostra disponibilità a suggerire piante adatte alle diverse situazioni esprimendo, invece, ferma contrarietà all’uso delle palme e abbiamo detto all’assessore che a nostro parere era necessario avviare un immediato confronto con i cittadini residenti per arrivare a scelte condivise.
Dunque appare chiaro che la decisione di abbattere i pini era già stata presa prima dell’unico incontro da noi avuto con l’assessore e che l’affermazione «la decisione è stata presa dopo l’incontro con Legambiente» non è vera (era già stata presa prima) e, soprattutto, è tendenziosa poiché lascia surrettiziamente intendere che sia stata concordata con Legambiente.
Manteniamo comunque, nell’interesse della cittadinanza, la nostra disponibilità a suggerire specie di piante adatte a sostituire i pini, laddove servisse, e ribadiamo che la via maestra per scelte che impattano con la vita quotidiana delle persone è sempre quella di un confronto preventivo tra chi amministra e la cittadinanza.


Anche il circolo Pd di Marina interviene con critiche all'indirizzo dell'amministrazione: Ieri mattina un gruppo di cittadini ha civilmente contestato il taglio dei pini lungo il viale Colombo. Sul merito della decisione di tagliare alberi secolari, che gratificano con la loro ombra e il loro profumo gli abitanti e i tanti turisti che amano passeggiare lungo il marciapiede del viale, si può discutere. Si può discutere sulla loro funzione di barriera ecologica all’anidride carbonica. Si può discutere sui danni che arrecano con le loro radici e sulla scarsa manutenzione del marciapiede. Si può discutere sui provvedimenti che in merito hanno assunto altre amministrazioni di altri comuni. Si è consultata la comunità scientifica di agronomi che in merito hanno espresso dettagliati convincimenti, prima di mettere in atto una scelta così drastica?
E’ comunque evidente la banalizzazione che consegue alla sostituzione di una splendida alberata in grandi e sani pini con palme che poco hanno a che fare con la nostra storia e il nostro territorio, che hanno una funzione puramente decorativa e testimoniano un discutibile gusto per l’esotico ormai superato, oltre a necessitare di notevole manutenzione e rischio di malattie e attacchi di insetti dannosi. La scelta poi del periodo in cui eseguire i lavori si presta a molte critiche per il particolare momento di nidificazione dell’avifauna.
Ciò che più preme a noi democratici marinelli è il mancato coinvolgimento della popolazione, dopo aver cancellato i consigli dei cittadini. Perché non coinvolgere la cittadinanza? Spiegare dettagliatamente i motivi di una scelta così divisiva; confrontare le nostre esperienze con quelle di altri comuni; decidere se mantenere o meno il parcheggio delle automobili sul marciapiede.
L’attuale amministrazione era partita promettendo la massima partecipazione, ma finora se ne è vista ben poca. I democratici di Marina sono pronti al confronto sui tanti temi che meriterebbero l’ascolto popolare. Il waterfront, il futuro del nostro porto, la scuola elementare Giromini, l’ex campo di calcio, il territorio di villa Ceci con il plesso scolastico Taliercio, la foce del Carrione, ma l’elenco dei temi potrebbe continuare ancora. Sappiamo bene come non sia facile amministrare un comune, ma voi 5Stelle avevate promesso miracoli e invece siete voi i miracolati e vi state comportando come padroni delle ferriere.
Mercoledì 12 giugno 2019 alle 20:19:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario alla riapertura al traffico nel centro storico di Massa?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News