Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.44 del 15 Novembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Costretti a lavorare come schiavi, frustati e seviziati con un coltello»

Tre operai pachistani di un'azienda nautica di Carrara hanno presentato denuncia in Procura

13 ore di lavoro al giorno
«Costretti a lavorare come schiavi, frustati e seviziati con un coltello»
Carrara - Al lavoro come schiavi, frustati, minacciati di morte e seviziati con un coltello: la denuncia choc è finita sul tavolo della Procura di Massa e coinvolge tre pachistani che accusano il titolare di una ditta nautica di Carrara.

La denuncia di quello che sembra proprio un caso di caporalato è stata depositata dall'avvocato Michela Poletti e al suo interno, oltre le angherie subìte, si parla anche stipendi pagati con bonifici ai tre stranieri, soldi che poi dovevano subito restituire in contanti al datore di lavoro.

I tre pachistani, di circa 30 anni, sarebbero stati costretti a lavorare fino a 13 ore al giorno, come si legge nella denuncia, e inizialmente senza contratto e senza alcun strumento di protezione. Avevano compiti di resinatori della vetroresina utilizzata per la costruzione delle imbarcazioni. I tre, 'isolati' anche dai loro connazionali, si sono rivolti anche alla Cgil, il cui segretario provinciale Paolo Gozzani ha fatto sapere che «non saranno lasciati soli: siamo tutti contro il medioevo e il caporalato».
Sabato 27 ottobre 2018 alle 17:41:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Sei favorevole o contrario all'erogazione del reddito di cittadinanza per i più poveri?

























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News