Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 08.31 del 22 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Will Smith parla del marmo di Carrara: "Splendida risorsa naturale" | Foto

Il celebre attore di Hollywood racconta il lavoro del capocava Franco Barattini nella docu-serie di National Geographic. L'astronauta Massimino: "Le cave visibili anche dallo spazio"

"ONE STRANGE ROCK"
Will Smith parla del marmo di Carrara: `Splendida risorsa naturale`<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/will-smith-parla-delle-cave-di-carrara-245_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Carrara - Will Smith racconta le cave di Carrara. Il popolare attore statunitense è il narratore della docu-serie di National Geographic, “One Strange Rock: pianeta Terra”, firmata dal regista Darren Aronofsky che sta andando in onda in questi giorni sul canale satellitare.

“Creare per distruggere” è il titolo del settimo episodio in cui si parla per quasi dieci minuti anche del marmo bianco delle nostre montagne con riprese mozzafiato e intervista al capocava Franco Barattini, non nuovo alle riprese di una telecamera. Nel 2010 infatti fu proprio lui il protagonista del corto “Il Capo” di Yuri Ancarani.

“La vita non ha fatto che plasmare la Terra per miliardi di anni. Adesso è il nostro turno. Saremmo anche nuovi di qui, ma i cambiamenti che stiamo facendo sono piuttosto evidenti” dice Will Smith nell’introdurre il racconto delle cave di Carrara, sicuramente uno dei luoghi più antropizzati del mondo. “Ci siamo espansi in modo ampio e selvaggio su questa vecchia roccia – prosegue la star di Hollywood – abbiamo dato un nuovo aspetto alla superficie del pianeta”

“Il marmo di Carrara – spiega Barattini nell’intervista – è richiesto in tutto il mondo per la sua grana, per la sua resistenza. Questo materiale riveste interni ed esterni di edifici, uffici, case, ville… Mio padre mi ha insegnato ad amare la montagna ma nello stesso tempo avere tanta tanta attenzione”.

“Franco Barattini – racconta poi il celebre attore – si occupa di estrarre una delle più splendide risorse naturali del pianeta. Ma il suo è un lavoro pericoloso”.

E nel documentario, come peraltro nel cortometraggio del 2010, più volte viene inquadrato il simbolo di quel lavoro così pericoloso: la mano sinistra di Barattini infatti manca di due falangi. Mani impolverate che muove in silenzio con grande e affascinante maestria per dare indicazione ai manovratori degli escavatori intenti a estrarre l’ennesimo enorme blocco.

“Il marmo – prosegue Will Smith – viene estratto dall’epoca degli antichi romani. Richiede esperienza e una cura estrema. Una sala d’arte non è l’unico posto dove si può vedere questa pietra bianca”.

La parola passa poi a un uomo tra i pochi ad aver ammirato le cave di Carrara da una prospettiva decisamente inusuale: lo spazio. “Dall’alto – racconta l’astronauta newyorkese Mike Massimino – il marmo bianco dell’Italia è visibile, ha l’aspetto di un campo di neve, anche se la stagione non è quella giusta. Ma è proprio così che appare ed è il motivo per cui viene estratto dalla terra”.
Mercoledì 16 maggio 2018 alle 19:12:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News