LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 21.55 del 21 Settembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Sull'inagibilità del Tacca "nessuna sorpresa", era già tutto scritto. Cronistoria degli ultimi anni.

Da più di dieci anni che la scuola è in difficoltà. Tanti appelli per una sua valorizzazione caduti nel dimenticatoio. Ora la resa dei conti?

Sull´inagibilità del Tacca `nessuna sorpresa`, era già tutto scritto. Cronistoria degli ultimi anni.
Carrara - Il futuro della Scuola del Marmo Pietro Tacca è appeso ad un filo da troppi anni per ignorare che prima o poi il conto sarebbe arrivato. Non sorprende - per questo - che sia arrivato stamani con l'annuncio dell'Amministrazione che alcune aule dovranno essere spostate per inagibilità della struttura. Il che non vuol dire chiudere ma dare l'ennesimo colpo basso ad una scuola che meriterebbe ben altre sorti.

Che la scuola, unica in Italia e al mondo, avrebbe avuto bisogno di maggior attenzione era noto da anni a tutte le forze politiche, compreso il Movimento 5 Stelle di Carrara. Benché stamattina in conferenza stampa il sindaco Francesco De Pasquale abbia affermato di essere stato tenuto all'oscuro dei carotaggi effettuati dalla Provincia, è difficile pensare che la macchina comunale non fosse al corrente dei problemi della struttura.

De Pasquale, l'assessore Andrea Raggi e il consigliere regionale M5s Giacomo Giannarelli hanno attribuito alla Provincia e all'amministrazione uscente la responsabilità dello stato delle cose. "Gradiremmo più collaborazione dalla provincia," ha affermato il sindaco – che a nostro avviso si sta servendo di questo escamotage per ridurre il più possibile il numero degli edifici". Alla domanda se avesse già pensato ad una soluzione, l'assessore ha replicato piccato: "In un giorno non siamo riusciti a trovarla". I problemi del Tacca, tuttavia, non sono certo recenti.

Il punto è che in ogni occasione la scuola del Marmo, frequentata da tantissimi stranieri e bistrattata dai ragazzi e dalle famiglie apuane, è stata celebrata come grande risorsa per il territorio ma di fatto è stata ignorata. I problemi strutturali sono solo gli ultimi di tanti altri. A partire dall'idea di un convitto per gli studenti e di un annesso campus per attirare ancora più studenti da fuori. Poi le esigenze degli spazi e i fondi sempre troppo pochi della Provincia per un suo mantenimento.

Adesso la doccia fredda della chiusura di alcune aule e il suo spostamento in altra sede. Un'emergenza nell'emergenza. Non dimentichiamoci infatti che il Polo Artistico ha perso anche la così detta "succursale" nel palazzo Garibaldi che da anni è chiusa per motivi di sicurezza. Ora anche la riduzione degli spazi al Tacca. Il Comune non avrà spazi da destinare, ma non si può arrivare all'ultimo minuto e imputare tutte le colpe alla Provincia che pure le ha tutte ma tanto non riesce a risolvere i problemi se non ponendo sigilli.

Si veda, per esempio, la fine ingloriosa del liceo scientifico Marconi.

Breve cronistoria degli ultimi anni:
1997. Inaugurata la "Gipsoteca Lazzerini" con i gessi donati dalla famiglia. Oggi non è più visitabile.
2008. Salta il corso di scultura per pochi iscritti. L'allora assessore Giovanna Bernardini dichiara:"Abbiamo cercato di attivare tutte le forze possibili per rilanciare l'istituto del marmo e per farlo diventare una questione di carattere regionale".
2008. Solo 40 iscritti ai corsi del mattino più 60 al serale.
2009. Nasce il polo artistico in cui confluisce il Tacca.
2012. Appello della preside Anna Rosa Vatteroni:"Sarò costretta dagli eventi a dover prendere decisioni drastiche a favore del mantenimento e del riscatto di una scuola unica in Italia nel suo genere".
2012. Il Tacca ospita alunni del liceo artistico Gentileschi. Necessari lavori di messa in sicurezza da parte della Provincia.
2014. Il Tacca conquista lo status di "atipico" dal Ministero dell'Istruzione.
Venerdì 1 settembre 2017 alle 20:21:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





FOTOGALLERY


VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News