Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.17 del 4 Agosto 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Riapertura scuole, De Pasquale: «Al lavoro per trovare le soluzioni migliori»

Il primo cittadino di Carrara ha incontrato i presidi che gli hanno sottoposto varie richieste: interventi edili per ampliare la superficie delle classi, l’installazione di tensostrutture o prefabbricati negli spazi esterni

ascoltati i dirigenti scolastici
Riapertura scuole, De Pasquale: «Al lavoro per trovare le soluzioni migliori»
Carrara - Si è concluso il percorso di ascolto che il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha dedicato ai dirigenti scolastici in riferimento alle problematiche legate al rispetto della norma anti Covid-19 per il prossimo anno scolastico. Com’è noto le misure di contrasto al contagio impongono, tra le altre cose, il mantenimento delle distanze di sicurezza. Questo ha obbligato praticamente tutti gli istituti a un ripensamento degli spazi, sfociato sostanzialmente nell’esigenza di maggiori superfici da dedicare all’attività didattica. Al Comune di Carrara sono stati destinati 230mila euro da utilizzare per tutti i plessi che ospitano scuole dell'infanzia, primarie e medie.

Nelle scorse settimane, il primo cittadino ha incontrato e ascoltato i dirigenti di tutte le scuole di competenza comunale, dalle scuole dell’infanzia alle secondarie di primo e secondo grado, che gli hanno sottoposto le richieste più svariate: interventi edili di piccola o grande portata per ampliare la superficie delle classi, la conversione all’uso didattico di spazi inizialmente destinati ad altre attività, l’installazione di tensostrutture o prefabbricati negli spazi esterni, o più semplicemente, lo spostamento degli arredi per fare più spazio nelle aule.

Nella seconda fase queste richieste sono state sottoposte all’attenzione dei settori comunali competenti, quello per le Opere Pubbliche e quello per l’Istruzione: «Ringrazio fin d’ora il personale degli uffici coinvolti che sta lavorando alacremente per individuare le soluzioni migliori. Abbiamo diverse tipologie di richiesta, alcune di più semplice realizzazione altre più complicate. Resta il fatto che si tratta di una sfida importante perché ci chiama a garantire la sicurezza dei nostri figli e quindi il nostro impegno è massimo» ha dichiarato De Pasquale.

«In questi giorni i tecnici del Comune stanno esaminando le richieste e procedendo ai primi sopralluoghi: successivamente sarà compilata una lista di interventi che, dopo i nulla osta del caso, saranno realizzati. La difficoltà maggiore è legata alla tempistica di realizzazione degli interventi edili che, per quanto di piccole dimensioni, richiedono comunque una progettazione e, nel caso di edifici di interesse storico o situati a Marina, anche del nulla osta della Soprintendenza» ha spiegato Marzia Paita presidente della commissione V Opere Pubbliche.
Mentre affronta il problema degli spazi, l’amministrazione si sta dedicando anche alle criticità legate all’erogazione dei servizi collegati all’attività scolastica, come quelli di trasporto e refezione.

Per quanto riguarda la situazione del servizio di refezione scolastica sono già state individuate due opzioni, sottoposte ai dirigenti scolastici. La maggior parte è orientata alla soluzione della somministrazione di pasti pre-porzionati in classe mentre qualche istituto, che ha disposizione spazi più ampi, punterà o suoi doppi turni o sulla turnazione a giorni alterni tra pasto in classe e in mensa.

Per il trasporto scolastico, dovendo diminuire il numero di studenti su ogni mezzo, è probabile che non ci siano pulmini e personale a sufficienza per coprire tutte le tratte. Per questo l’amministrazione ha deciso di privilegiare le zone più disagiate, assicurando il servizio a chi vive più lontano dalle scuole, come ad esempio i paesi a monte.
Giovedì 30 luglio 2020 alle 21:01:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News