Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 11.02 del 13 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Marmifera, obiettivo: ripristinare il tracciato. Visita del delegato Fs

Sopralluogo col sindaco di Carrara Francesco De Pasquale per verificare l'attuale situazione del percorso interrotto in vari punti

verso la rinascita?
Marmifera, obiettivo: ripristinare il tracciato. Visita del delegato Fs
Carrara - Nella giornata di sabato 24 novembre il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha accolto, con un esperto della Ferrovia Marmifera, il delegato di Fondazione Ferrovie dello Stato, Francesco Leonardi. «Leonardi – fa sapere il M5s – si è mostrato stupito dal progetto del gruppo consiliare e dell’amministrazione, affascinato dalle potenzialità della ex Marmifera e del suo tracciato: per questi motivi redigerà una relazione tecnica positiva da inviare a Rfi Toscana e al direttore della Fondazione Fs, Luigi Cantamessa, invitando inoltre quest’ultimo a una visita diretta dell’intero tracciato».

Quella di sabato è stata una prima visita sul tracciato della Ferrovia Marmifera, da parte di personale di Fondazione Fs, il cui percorso è composto da una parte di 4,2 chilometri di proprietà di Ferrovie dello Stato dalla stazione di Carrara Avenza alla stazione di Carrara S. Martino.

È essenziale, per il progetto di ripristino del tracciato, portato avanti dal Movimento 5 Stelle, coinvolgere Fs e la sua fondazione, affinché vedano lo stato in cui attualmente si trova la loro proprietà e cosa è possibile fare per portare avanti il progetto che l’amministrazione sostiene.

La visione finale torna a essere quella di rendere il vecchio tracciato, insieme alle cave, una meta turistica, con un treno che possa portare i turisti, dal porto o dalla stazione di Avenza, direttamente alle cave. «È quantomeno necessario – dicono i pentastellati – che Fondazione Fs e gli altri enti coinvolti indirizzino il progetto agli enti statali, prima di tutto a Rfi Toscana, affinché si renda il percorso ideale per un treno turistico».

La visita ha avuto inizio dal tratto Fs di Avenza, per poi risalire fino al Marasio. Lì il delegato di Fondazione Fs si è reso anche conto di diverse problematiche vicine al tracciato, come la mancanza di due ponti, abbattuti sul tracciato di competenza di Fs, alcuni giardini di ville adiacenti che si sono allungate sul tracciato, qualche baracca e qualche piccola stazione abbandonata a se stessa ma comunque tutelata. Di queste, solo una è posta in sicurezza direttamente da Ferrovie. Tra queste piccole stazioni intermedie è stato visitato anche lo scalo sabbia, con la potenzialità di rendere quel luogo un posto adatto agli scultori.

La visita è proseguita verso la stazione di San Martino, abbandonata a se stessa fin dagli anni ‘70, per poi risalire verso il Ponte di Ferro, soffermandosi alla ex stazione di Miseglia inferiore, di Miseglia superiore, quella del Tarnone già restaurata, il ramo Tarnone-Colonnata e la relativa stazione. La visita si è poi conclusa a Ravaccione e al carroponte adiacente.
Martedì 27 novembre 2018 alle 12:28:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News