Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 13.11 del 22 Ottobre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mammografie, USL: «Strumentale l'attacco di Forza Italia, allarmismo inutile»

«Chi è a rischio di tumore viene preso in carico in tempo reale dai nostri servizi»

Mammografie, USL: «Strumentale l´attacco di Forza Italia, allarmismo inutile»
Carrara - L’Azienda USL Toscana nord ovest interviene in risposta all’interrogazione dei consiglieri di Forza Italia sulle mammografie. “Dalla prenotazione che ci è stata inviata, allegata all’interrogazione, abbiamo riscontrato che l’esame è stato prescritto ad una signora ultraottantenne, che ha superato l’età dello screening (75 anni), e richiesto come prestazione programmata, quindi asintomatica.
Detto questo, è necessario evidenziare che chi è a rischio di tumore viene preso in carico in tempo reale dai nostri servizi dire che ‘si rischia di morire a causa delle inefficienze della sanità’ è un’affermazione strumentale e che ingenera solo allarme ingiustificato nella popolazione.
Infatti, indipendentemente dall’età, se il medico prescrittore lo avesse ritenuto necessario anche per una minima sintomatologia sospetta l’esame sarebbe stato garantito in tempi idonei (entro le 72 ore per l’urgenza, 10 giorni per la prioritaria).
Inoltre, per tranquillizzare le donne e per rassicurare la popolazione sul fatto che la sanità toscana è tutt’altro che da terzo mondo, è bene ricordare che sono in atto percorsi specifici dedicati alla senologia e che anche da un punto di vista tecnologico l’ex USL1 1 è dotata di apparecchiature tecnologicamente di alto livello su tutti i presidi.

Sul territorio della ex USL 1 di Massa e Carrara nel corso del 2017 sono infatti state erogate 17.538 prestazioni di radiologia senologica, di cui 14.129 erano per l’appunto mammografie.
Il 77,54% di tali esami (10.956) sono stati effettuati nell’ambito dei percorsi di screening, che funzionano molto bene: dal 2010 al 2016 su una popolazione bersaglio di circa 13mila persone si è registrata un’estensione (donne invitate) del 100% ed un’adesione sempre tra l’82 e l’89%. Al percorso di screening possono aderire tutte le donne nella fascia di età 45-75 anni in assenza di sintomi: in caso di diagnosi positiva è prevista la totale presa in carico dal punto di vista diagnostico, chirurgico, terapeutico e riabilitativo”.

“Le pazienti già operate, in follow-up per neoplasia mammaria – prosegue l’Asl - hanno poi garantita la programmazione dei controlli mammografici tramite l’oncologo di riferimento con agende di prenotazione a loro riservate. Mentre per donne ad alto rischio con familiarità accertata dall’esame genetico (BRCA mutate), è in fase di attivazione un protocollo che garantisce l’adeguata programmazione dei necessari controlli (visita, mammografia, ecografia, RM) nelle tempistiche prestabilite”.
Venerdì 27 aprile 2018 alle 18:06:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News