Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 11.02 del 13 Dicembre 2018

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Liceo Marconi, gli studenti insoddisfatti: «Non deponiamo le "armi"» | Foto

«Il sindaco De Pasquale si è dimostrato disponibile ad aiutarci». Intanto interviene Nicola Del Nero (Mdp): «Dalla perdita di autonomia c'è sempre qualcuno a rimetterci»

contro l'accorpamento
Liceo Marconi, gli studenti insoddisfatti: «Non deponiamo le `armi`»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/gli-studenti-del-marconi-protestano-in-piazza-aranci-a-massa-380_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Carrara - Sono insoddisfatti gli studenti del liceo scientifico Marconi di Carrara per l'esito della riunione avvenuta ieri in Provincia a Massa e non mollano: la protesta continuerà. Lo hanno scritto in un comunicato che riportiamo integralmente di seguito.

Nel nostro ultimo comunicato avevamo annunciato che sabato, in seguito alla manifestazione, ci saremmo costituiti in assemblea permanente; purtroppo abbiamo desistito da questa iniziativa di fronte alla “minaccia” del dirigente scolastico di fare intervenire le Forze dell’Ordine. Non chiediamo che chi non condivide le nostre posizioni sposi la nostra causa, ma che il nostro diritto di manifestare per far valere la nostra voce non sia messo in discussione, tanto più che diverse sentenze stabiliscono che un’assemblea permanente, svolta con modalità pacifiche e che non interrompa il pubblico servizio, non è un atto illegale.
Crediamo fermamente che la mobilitazione civile sia parte integrante dell’essere un cittadino attivo e che i diversi modi in cui ognuno esprime il proprio dissenso, purché siano nei limiti della civiltà e del rispetto comune, debbano essere capiti e accettati.
Non abbiamo tuttavia desistito dal continuare la nostra protesta e abbiamo continuato ad alzare la voce: oggi (ieri, ndr) due dei nostri rappresentanti hanno partecipato ad un incontro in Provincia con il Presidente della Provincia, l’architetto della Provincia, il Sindaco, il Dirigente Scolastico, i rappresentanti dei genitori ed alcuni Professori.
Fuori dalla Provincia si è radunata una rappresentanza di circa un centinaio tra studenti e genitori che hanno manifestato in maniera pacifica e civile, come abbiamo sempre fatto. Nel frattempo gli altri studenti a scuola hanno portato avanti un’assemblea durante tutta la mattinata, inutile dirlo, ancora una volta il tutto si è svolto nella massima correttezza.
Nell’incontro di oggi (ieri, ndr) la Provincia ha ribadito le sue posizioni, in contrasto con le nostre, e non si giunge ad un accordo comune.
Il sindaco De Pasquale, pur non essendo in accordo con le nostre opinioni, si è dimostrato disponibile ad aiutarci per far sì che la nostra protesta possa continuare.
La parola fine verrà posta dal prossimo Consiglio Provinciale che deciderà se approvare o meno la proposta avanzata dal Presidente della Provincia.
Ovviamente non possiamo che ritenerci insoddisfatti dall’evolversi della situazione e quindi abbiamo deciso di non “deporre le armi”: non possiamo farlo ora.


Intanto sulla questione interviene Nicola Del Nero di Articolo 1-Mdp che evidenzia la necessità di non perdere l'autonomia da parte del Marconi. «Il Liceo Scentifico G. Marconi è una eccellenza carrarina da tutelare, questo è il pensiero di Mdp Carrara. Carrara ha un orgoglio e una dignità da tutelare, in questi giorni i ragazzi e le ragazze dello scientifico lo stanno dimostrando, la storia ormai la conosciamo tutti, dal 2015 quando la sede storica è stata dichiarata inagibile, si accettò di trasferirsi nella sede attuale con la promessa di trovare una nuova sede, ad oggi non mantenuta. Le iscrizioni pur essendo diminuite hanno tenuto, anche se non rispettano i minimi richiesti dalla legge pensiamo che l'amministrazione locale e tutte le forze politiche debbano sostenere l'indipendenza del Marconi senza essere accorpati a nessun altro istituto, perché negli accorpamenti c'è sempre qualcuno che ci rimette. La Provincia ha tutti gli strumenti per concedere questa deroga, perciò chiediamo al sindaco di sostenere questa proposta, e chiediamo al presidente della provincia di ascoltare le esigenze della nostra città».
Martedì 20 novembre 2018 alle 17:22:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News