Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.40 del 16 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Infissi antisfondamento per le case con finestre sul Carrione: ecco l'ordinanza

Il sindaco De Pasquale, su indicazione della Regione, ha firmato l'atto che obbliga i proprietari a provvedere per l'installazione di dispositivi che possano tutelare l'incolumità in caso di piena

messa in sicurezza
Infissi antisfondamento per le case con finestre sul Carrione: ecco l´ordinanza
Carrara - Il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha emesso oggi un’ordinanza ai fini di salvaguardare l’incolumità delle persone che risiedono o esercitano attività economiche negli immobili posti sull’argine del torrente Carrione. Il dispositivo impone la messa in sicurezza delle aperture dei muri dei fabbricati posti sull’argine del torrente Carrione laddove queste siano situate al di sotto dell’estradosso del parapetto dell’argine stesso. L’intervento di messa in sicurezza deve prevedere l’installazione di infissi antisfondamento a tenuta stagna, l’installazione di presidi idraulici o la chiusura mediante muratura.

La stessa ordinanza inoltre impone ai residenti negli immobili posti al di sotto dell’estradosso del parapetto dell’argine e agli esercenti le attività economiche situati in analoga posizione di non accedere e soggiornare in detti locali durante il periodo di validità di allerta Idriche, Idrogeologiche e per temporali forti di colore Arancio e Rosso; ai residenti negli immobili e agli esercenti le attività economiche posti allo stesso livello o immediatamente superiore  dell’estradosso del parapetto dell’argine è fatto divieto di accedere ai balconi, sempre durante il periodo di validità di allerta Idriche, Idrogeologiche e per temporali forti di colore Arancio e Rosso.
Va precisato che ai fini dell’ottemperanza della suddetta ordinanza, nel caso sia necessario procedere alla realizzazione di opere edilizie,  è fatto obbligo,  per il proprietario, di munirsi di idoneo titolo edilizio e di eventuale autorizzazione paesaggistica ambientale ex D.lgs 42/04,  anche ai sensi  del vigente Regolamento Edilizio articolo 7 “Interventi Ammissibili con Procedura di Urgenza”.

Il provvedimento si è reso necessario a seguito della Delibera di Giunta Regionale n. 676 del 12/07/2016 che ha dato mandato al Settore Regionale competente, di redigere un Masterplan che all’Allegato A include la Relazione di sintesi dello Studio Idraulico dell'Università di Genova dalla quale risulta necessario, «rivedere le quote dei muri di sponda per contenere la portata di progetto e, ancora più importante, verificare che le pareti delle case che fanno da muri d’argine di fatto, non abbiano aperture interessate dai livelli di piena. Qualora questa condizione non sussista, la cosa più sicura è provvedere a murare queste aperture o munirle di presidi idraulici (chiusure a tenuta stagna) che però devono prevedere idonee informative di Protezione Civile in capo al Comune di Carrara».

«Auspico che i cittadini interessati si adeguino prontamente, approfittando della bella stagione per eseguire le opere di messa in sicurezza. Si tratta di interventi fondamentali per la loro incolumità e la tutela delle loro proprietà» ha dichiarato il sindaco De Pasquale.
Giovedì 30 maggio 2019 alle 22:02:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News