Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 07.17 del 4 Agosto 2020

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Inagibilità stadio, un cittadino al Sindaco: «Le soluzioni ci sono. Manca la volontà o la capacità?»

Dopo la vicenda del bando la questione legata allo Stadio Dei Marmi è più che mai aperta. Un tifoso si rivolge così all'amministrazione pentastellata

la lettera
Inagibilità stadio, un cittadino al Sindaco: «Le soluzioni ci sono. Manca la volontà o la capacità?»
Carrara - Per il terzo anno consecutivo la Carrarese di Silvio Baldini, trascinata dal rinnovato entusiasmo dei suoi tifosi, ha provato ad inseguire il sogno Serie B. Nella semifinale di Bari è uscita a testa alta, cedendo solo all'ultimo minuto dei supplementari contro la corazzata del presidente De Laurentis. Ma in questo percorso una cosa è mancata e continua a mancare alla società apuana: una casa. Sì, perché tralasciando la questione Covid, che da diversi mesi ha allontanato (giustamente) i tifosi dagli spalti, l'inagibilità parziale dello Stadio Dei Marmi è un problema che rimane irrisolto. E dopo la vicenda legata al bando, che non ha trovato accoglienza da parte della società di Piazza Vittorio Veneto, la questione è più che mai aperta.

Ci ha pensato un cittadino, tifoso della Carrarese, a chiedere un nuovo confronto all'amministrazione pentastellata. Di seguito la lettera con cui si rivolge al Sindaco Francesco De Pasquale:

Egregio sig Francesco De Pasquale - Sindaco di Carrara
Sono un cittadino di Carrara, un suo elettore e un tifoso della squadra della mia città.
Quella stessa squadra che Lei ha incitato ed elogiato con un post in questi play off. Ricordo bene l’immagine di Lei con la nostra sciarpa al collo nel giorno del suo insediamento a palazzo civico. Sappia che, quella sciarpa che per lei è stata un’uscita mediatica ad effetto, per una buona parte dei carrarini è un pezzo di cuore.

Da tanto, troppo tempo, si assiste a uno spettacolo imbarazzante sulla vicenda stadio. La chiusura, prima, l’intervento di un privato per il varco in curva sud poi, quando la minaccia dell’esclusione dal campionato sarebbe stata un pericoloso boomerang elettorale, la capienza ridotta dei vari settori, per un’inagibilità della struttura che poteva essere sanata in tempi brevi, con un minimo di piglio e volontà.
So già le varie risposte (che non mi darete, ma che verranno citate)…
Carrara ha ben altri problemi. Le priorità sono altre. E’ colpa di “quelli di prima”.

Bene. Vi siete presentati alla cittadinanza come “i salvatori del popolo”, ma aldilà di aver abbattuto qualche pino, per sostituirlo con delle palme asfittiche e morenti, io (e parlo a titolo personale) ho visto poco altro. Qualche intervento per le scuole, giusto perchè a breve ci sarebbe stata una annunciata tragedia... Qualche transennatura giusto perchè qualche ragazzino in scooter ha rischiato la pelle.... Visto che esiste un assessorato allo sport, volete gentilmente raccontare ai cittadini, siano essi elettori o no, ma comunque da voi rappresentati, quali sono i programmi per il camposcuola, una struttura splendida, lasciata nel totale abbandono e degrado? Quali sono i progetti per le piscine comunali, per il palazzetto dello sport, e per tutte le altre strutture sportive pubbliche?

E per lo stadio dei Marmi? Eh lo so, qui tocco un tasto dolente… Avete intrapreso la vostra crociata contro gli imprenditori del marmo, e quindi vi va giù male che loro riescano, investendo, a fare felice una parte consistente di cittadinanza. Forse loro sono più lungimiranti? Non so. Quel che ho capito è che per voi quella struttura è un peso. E quando si ha un peso che da fastidio, ci se ne deve liberare. Mi direte: eh si, ma al comune non rimane nulla…. Niente di più sbagliato! Esiste una formuletta di locazione chiamata “concessione”. 99 anni, nei quali il concessionario ha facoltà di investire nella struttura e quindi far fruttare il suo investimento. A fronte di questa concessione, il concessionario paga un canone annuale, che voi amministrazione comunale potete utilizzare per altri servizi pubblici… Facile, no? Manca la volontà o la capacità? Per la volontà possiamo farci poco, se non evitare di riconfermarvi al timone della città. Per la capacità possiamo aiutarvi, siamo in tanti e ognuno di noi ha capacità in diversi settori. E, udite udite, per amore di questa città, di questa maglia, lo faremmo gratis!
Abbiamo una squadra che da tre anni ormai lotta ai vertici, ma che sembra abbia vergogna di andare al gran ballo coi vestiti rattoppati…

La storia vi dovrebbe aver insegnato che al popolo, per evitare la rivolta, debbano essere date due cose: PANEM ET CIRCENSEM. In attesa di un vostro intervento in merito, vi esorto a meditare su quanto vi ho scritto.
Giovedì 23 luglio 2020 alle 21:47:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News