Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Ferrovia Marmifera, l’istituto “Zaccagna” coinvolto per il recupero

Il sindaco De Pasquale e l’assessore Bruschi hanno presentato la convenzione per un progetto di alternanza scuola-lavoro

Ferrovia Marmifera, l’istituto “Zaccagna” coinvolto per il recupero
Carrara - Alternanza scuola-lavoro: approvato uno schema di convenzione tra il Comune di Carrara e l’Istituto di istruzione tecnica statale “Zaccagna”. Gli studenti saranno coinvolti in progetto riguardante la Ferrovia Marmifera.
Il progetto, presentato stamani dal sindaco Francesco De Pasquale e dall’assessore all’urbanistica Maurizio Bruschi, consentirà di avviare con la Soprintendenza la verifica di interesse culturale per la Ferrovia Marmifera al fine della sua conseguente valorizzazione. Il Decreto Legislativo n. 42 del 2004 che approva il Codice dei beni culturali e del paesaggio stabilisce, infatti, che si debba seguire un preciso iter per arrivare alla verifica di interesse culturale di un bene.
“Si tratta di un progetto a lungo respiro – ha detto il sindaco – sul quale abbiamo iniziato a lavorare sin dai primi giorni del nostro insediamento e che vorremmo concretizzare il prima possibile. Crediamo che il rilancio turistico della nostra città passi anche dal recupero e la riqualificazione del tracciato della Ferrovia Marmifera. Ringrazio per il contributo fondamentale e per l’impegno che stanno dando, gli studenti e gli insegnanti dell’istituto Zaccagna e i volontari e gli studiosi del Gruppo ‘Marmifera Express’”.
“Non si può proteggere e recuperare un bene senza conoscerlo – ha evidenziato l’assessore Bruschi – e questo progetto va nella direzione di un’indagine scientifica della specificità del tracciato della Marmifera. Questo ci darà modo di essere aggiornati e monitorati dal Ministero dei beni e delle attività culturali anche per l’opportunità di accedere a finanziamenti per questo tipo di beni”.
Questo riconoscimento da parte della Soprintendenza di Lucca, Massa e Carrara consentirà al Comune di Carrara di avviare il percorso per la tutela e la riqualificazione non solo del tracciato della Ferrovia Marmifera, ma anche di tutti i manufatti e gli edifici storici che vi insistono, tra cui le stazioni di Miseglia Inferiore, Tarnone e Ravaccione, il Ponte di Ferro e i Ponti di Vara. La sua valorizzazione anche dal punto di vista turistico non potrà che avere positive ricadute per la collettività. Per arrivare ad ottenere il riconoscimento di “interesse culturale” è necessario, però, raccogliere una accurata documentazione testimoniale, fatta di fotografie e rilievi cartografici. L’Amministrazione comunale ha pensato, pertanto, di coinvolgere in questa fase i docenti e gli studenti dell’Istituto di istruzione tecnica statale Zaccagna” nell’ambito del progetto alternanza scuola – lavoro. A tal fine è stato approvato con Delibera n. 579 del 14 dicembre 2017 uno schema di convenzione tra il Comune di Carrara e l’Istituto Zaccagna. Le studentesse e gli studenti avranno così la possibilità non solo di acquisire competenze spendibili nel mercato del lavoro, ma anche di essere coinvolti in un importante progetto, che porterà concreti benefici al territorio, contribuendo al riconoscimento di bene di interesse culturale per la Ferrovia Marmifera.
“Il progetto – ha spiegato il professor Michele Santini, insieme alla collega Daniela Lazzini – sarà triennale e nella prima fase riguarderà il raggiungimento del vincolo a tutela degli edifici storici: successivamente verranno rilevate porzioni di edifici e di territorio interessati dalla Ferrovia Marmifera anche con l'ausilio di droni e di sistemi satellitari”.

Nel lavoro di reperimento della documentazione, che il Comune dovrà poi presentare alla Soprintendenza, gli studenti avranno un valido supporto dal gruppo ‘Marmifera Express’ composto da appassionati e studiosi che da anni si dedicano al recupero della Marmifera consapevoli dell’alta rilevanza culturale e turistica del sito che rappresenta un’opera di alto valore di archeologia industriale.
Martedì 19 dicembre 2017 alle 21:25:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Spiaggia libera o stabilimento balneare?
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News