Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.37 del 15 Luglio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Crematorio, emissioni sempre sotto i limiti e settore cimiteri in pareggio

Il presidente Luca Cimino e il cda presentano con soddisfazione i dati 2018 del comparto. Martinelli: «Numeri che ci confortano»

in funzione da un anno
Crematorio, emissioni sempre sotto i limiti e settore cimiteri in pareggio
Carrara - «Il comparto cimiteri di Apuafarma torna in equilibrio economico anche grazie all'oculata gestione del forno crematorio i cui parametri ambientali sono sempre ben al di sotto dei limiti di legge». Lo afferma con soddisfazione Luca Cimino, presidente di Apuafarma, rendendo noto che la Spa ha raggiunto gli obiettivi prefissati per la gestione del forno crematorio al cimitero di Turigliano.

I dati relativi all’anno 2018, che Cimino presenta insieme al consiglio di amministrazione composto da Maria Gemma Ceccarelli e Riccardo Pollina, parlano chiaro: in ottemperanza alle «indicazioni dell’amministrazione comunale, che ha suggerito un numero limitato di cremazioni fissato per mantenere gli equilibri ambientali ed economici» nel corso del 2018, infatti, sono state effettuate 993 cremazioni (902 salme, 91 resti); di queste, oltre il 50% relative a residenti nel comune di Carrara, le altre relative a cittadini residenti nei comuni limitrofi al nostro.

Il presidente della partecipata esprime soddisfazione anche sul fronte ambientale dato che «abbiamo rispettato tutti i valori stabiliti dall’Autorizzazione unica ambientale (Aua) con dati estremamente confortanti poiché ben al di sotto dei limiti imposti».

Venendo alla gestione economica, tutto questo ha permesso ad Apuafarma di investire nel 2018 somme importanti per le altre strutture cimiteriali. «Una gestione oculata delle spese, una buona politica di gestione del personale assieme agli incassi del Tempio Crematorio – spiega Cimino – hanno fatto sì che il comparto dei cimiteri abbia raggiunto l’equilibrio economico e contemporaneamente di fare investimenti per circa 223.000 euro. Per l’anno in corso, infatti, abbiamo previsto un sostanziale pareggio. Inoltre voglio chiarire che gli incassi del crematorio continueranno ad essere reinvestiti e andranno a beneficio della gestione, della manutenzione e delle ristrutturazioni dei cimiteri del territorio comunale che hanno estremo bisogno di interventi».

«L'amministrazione è estremamente soddisfatta per i risultati raggiunti dal presidente Cimino: il suo lavoro, insieme a quello del consiglio di amministrazione e dei dipendenti, sta conseguendo il doppio obiettivo di risanare e rilanciare un'azienda municipalizzata strategica, vista l'importanza dei servizi che rende ai cittadini. E questo grazie a una gestione al tempo stesso oculata e ambiziosa che ci fa essere fiduciosi anche nell'ottica dell'entrata in funzione di Nausicaa. Siamo sulla strada giusta e i numeri ci confortano» ha dichiarato il vicesindaco Matteo Martinelli, titolare della delega alle partecipate.
Sabato 2 febbraio 2019 alle 22:07:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News