Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Covid19, De Pasquale: «Sì alle uscite ma solo per i disabili gravi certificati»

Ieri un decesso a Carrara. Il sindaco: «La possibilità di fare una passeggiata, per i portatori di handicap, rientra a pieno titolo nelle “ragioni di salute”»

49 positivi in città
Carrara - Riceviamo e pubblichiamo dal sindaco Francesco De Pasquale.

Care concittadine e cari concittadini,
eccoci al momento del nostro aggiornamento quotidiano. Oggi (ieri, ndr) purtroppo abbiamo avuto notizia dall’Azienda sanitaria del decesso di un uomo di 87 anni. Ai sui cari va il pensiero e il cordoglio dell’amministrazione e di tutti i nostri concittadini. Sono giorni ancora molto difficili per il nostro territorio e per il Paese intero ma siamo certi che alla fine riusciremo a superare al meglio questa prova così dolorosa. L’Asl ci ha comunicato di aver registrato due nuovi casi positivi e di attendere l’esito di diversi tamponi. In città abbiamo un totale di 49 persone positive al coronavirus, tra ricoverati e degenti a domicilio. Il contagio dunque non si è ancora fermato, almeno non in modo significativo. Per questo come ogni sera vi rinnovo l’invito a non uscire e a limitare al massimo i contatti sociali.
Questi giorni di isolamento forzato sono pesanti da affrontare per chiunque, ma lo sono ancora di più per chi vive quotidianamente situazioni di difficoltà legate alla disabilità. In particolare ci sono arrivate richieste di supporto da parte di diverse famiglie di ragazzi con problemi dello spettro autistico e di altra natura certificata come gravemente invalidante. Per loro la permanenza in casa e l’inattività fisica è particolarmente gravosa e lo sconvolgimento della routine quotidiana è decisamente non gestibile per le loro famiglie. Molti di questi ragazzi infatti sono abituati a uscire con i loro cari o con gli accompagnatori e traggono grande beneficio da questa attività, con enorme sollievo per i loro cari. Per questo in accordo con le Forze dell’Ordine ci siamo attivati per garantire loro comunque questa possibilità. Per beneficiarne, sarà necessario un certificato con cui lo specialista che ha in carico il ragazzo attesta l’esigenza della passeggiata. Al momento dell’uscita, l’accompagnatore dovrà portare con sé il certificato dello specialista oltre all’autocertificazione dove dovrà essere inserito un esplicito richiamo al parere medico. Muniti di questa documentazione, da presentare alle forze dell’ordine in caso di controllo, il ragazzo e il suo accompagnatore potranno quindi uscire. In questi casi supportati dall’attestazione dello specialista, infatti, la possibilità di fare una passeggiata rientra a pieno titolo nelle “ragioni di salute” contemplate anche dai vari Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Per tutti coloro che non hanno queste esigenze confermo l’invito a restare a casa e a uscire solo per motivi di vera e reale necessità. Solo così riusciremo a sconfiggere il virus
Insieme ce la possiamo fare e insieme ce la faremo
Venerdì 27 marzo 2020 alle 07:00:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


Sondaggio

Chi è il miglior giocatore della Pontremolese?






































Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News