Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 14.43 del 18 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Chiuso il bar del Monoblocco. «Altro servizio che se ne va nell'indifferenza»

Il grido di dolore arriva dal Comitato "Primo soccorso e urgenza Carrara": «Da sottolineare anche la dismissione della cappella religiosa»

«istituzioni dove siete?»
Chiuso il bar del Monoblocco. «Altro servizio che se ne va nell´indifferenza»
Carrara - «Chiusi il bar e la cappella del Monoblocco». L'ennesimo grido di dolore che riguarda l'ex-ospedale di Carrara arriva da Paolo Biagini, presidente del Comitato "Primo soccorso e urgenza Carrara". «Dopo anni di attività – afferma – con la fine del mese di agosto è terminata anche l’attività del bar interno all’ospedale di Carrara. Un altro servizio abbandona le mura del Monoblocco cittadino nel silenzio e nell’indifferenza più assoluta delle istituzioni».

«Un servizio estremamente utile – prosegue Biagini – sia per chi lavora all’interno della struttura sia per i pazienti che quotidianamente si devono recare nel nosocomio. Una gestione ottimale e accogliente dei servizi sanitari passa anche attraverso servizi come quelli del bar e punto di ristoro presenti in tutte le strutture ospedaliere. Oggi, nei locali occupati fino allo scorso 31 agosto da decine di persone, regna lo stato di più completo abbandono tipico della gestione attuata da Asl degli ultimi tempi. Le quattro persone che gestivano il locale si trovano oggi disoccupate e i pazienti privati di un accogliente punto di ristoro».

«Al suo posto – sottolinea il presidente del Comitato – a ogni piano, sono state installate anonime macchinette distributrici di bevande e merendine; ennesimo vergognoso depauperamento fatto da Asl e perpetrato nel silenzio e nel più totale disinteressamento di un amministrazione inadeguata, il cui vertice è oltremodo presidente della conferenza zona dei sindaci con l’Asl. Auspico un immediato e tempestivo intervento del sindaco Francesco De Pasquale per fare in modo che venga attuato in tempi brevi quanto previsto dal PAL, mantenendo parimenti tutti quei servizi collaterali che, come il bar, offrono accoglienza e ristoro a pazienti e operatori sanitari».

«Da sottolineare inoltre – aggiunge Biagini – la dismissione della cappella posta all’attico del monoblocco, spogliata di tutti gli arredi, statue e immagini religiose. Luogo di preghiera e di raccoglimento per migliaia di degenti e di congiunti nelle ore più tristi e dolorose della vita. Oggi in nome di un buonismo surreale e di un farisaico “politicamente corretto” ci troviamo a dovere nascondere o peggio ancora dismettere luoghi di culto profondamente valoriali per la nostra cultura per far largo ad una società asettica anche sul piano del credo religioso. Mi rivolgo particolarmente al sindaco De Pasquale, persona cresciuta all’interno degli ambienti cattolici e spero sensibile a queste problematiche perché possa far luce su questa delicata ma ineludibile situazione».
Giovedì 5 settembre 2019 alle 10:28:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara





-

FOTOGALLERY



























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News