Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

«Cimitero di Turigliano, pochi dipendenti e carichi di lavoro aumentati»

Duro attacco della Uil Fpl ad Apuafarma e all'amministrazione comunale di Carrara: «Sono solo 9 lavoratori nonostante l'apertura del forno crematorio»

«Cimitero di Turigliano, pochi dipendenti e carichi di lavoro aumentati»
Carrara - “Orari pesanti, disomogenei con un organico ridotto all'osso. Personale costretto a lavorare senza le attrezzature di protezione individuali adatte, come scarponi e guanti. Relazioni sindacali per quanto ci riguarda ridotte al lumicino, anche se con nuovo presidente abbiamo segnali di miglioramento. La gestione dei cimiteri di Apuafarma a Carrara fa acqua da tutte le parti”. E' la denuncia di Claudio Salvadori, segretario provinciale della Uil Fpl, che mette nel mirino il comportamento dei dirigenti della società che, ormai da settimane, non rispondono agli appelli e alle richieste che arrivano dai lavoratori e dal sindacato.

“L'ultima richiesta l'abbiamo inviata formalmente il 6 agosto alla dirigenza – prosegue Salvadori -. Nella lettera abbiamo ribadito al presidente uno dei problemi principali che riguardano la gestione degli operai: attivare un orario di lavoro al mattino con chiusura alle 14 con una sorta di reperibilità passiva per le eventuali chiamate pomeridiane, in caso di emergenza o particolari esigenze di servizio. Non vorremmo ricordarlo ma ci pare essenziale farlo che questi lavoratori sono impiegati in un contesto ingrato e difficile, sotto molti aspetti: tumulazione casse e bare, il nuovo forno crematorio. Si tratta di 9 dipendenti. Un servizio utile e indispensabile ma che ha ulteriormente aumentato il carico di lavoro a fronte di una dotazione organica che è addirittura diminuita. Le persone sono costrette così a fare turni con orari difficili, in alcuni casi senza l'attrezzatura necessaria alla stagione, come guanti, protezioni individuali, scarponi”.

Non è tutto. Oltre agli orari e ai carichi di lavoro, la Uil Fpl mette nel mirino retribuzioni e valutazioni del personale e un rapporto sindacale con la Uil logorato da tempo: “I dipendenti non sanno ancora se riceveranno la produttività relativa al 2017, se ne hanno diritto oppure no. Non si conoscono le modalità con cui vengono stilate le schede di valutazione e chi sia deputato a farlo. Tutte questioni che non possiamo risolvere se non riusciamo a sederci al tavolo con la dirigenza. I lavoratori hanno invitato il vicesindaco Martinelli a venire direttamente in sede, a confrontarsi con i dipendenti, a verificare le difficoltà in cui si trova chi lavora a Turigliano ma non abbiamo avuto riscontri. Abbiamo avuto un incontro con il presidente Cimino che ci ha garantito risposte e noi ci faremo carico di contattarlo nuovamente. I lavoratori intanto sono preoccupati per il loro futuro, fra accorpamenti e scissioni societarie che dovranno portare anche all'individuazione di un contratto per questi dipendenti, specificando pure le indennità e le garanzie per chi svolge un lavoro così delicato. Non vogliamo che siano penalizzati. Sollecitiamo ancora una volta i dirigenti e l'amministrazione comunale a dare delle risposte. Le chiederemo anche in via istituzionale – conclude Salvadori -, non è questo il modo di gestire i problemi, i rapporti con i lavoratori e i rappresentanti sindacali della nostra sigla”.
Venerdì 31 agosto 2018 alle 19:34:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara




-


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News