Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Edizione del weekend

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Terza categoria, le parole di Mori e Bambini

Proseguono i nostri colloqui con le protagoniste del campionato di Terza Categoria: è la volta delle due nuove affiliate, i Ranger Soliera e l'F.c. Montignoso

Terza categoria, le parole di Mori e Bambini
Terza Categoria - A pochi giorni dall’atteso Consiglio Federale della Lega dopo il quale le società di calcio conosceranno il loro futuro proseguono i nostri colloqui con le protagoniste del campionato di Terza Categoria. E’ la volta delle due nuove affiliate, i Ranger Soliera e l'F.c. Montignoso. Il club di Via Borgo alla prima esperienza in categoria si trova al penultimo posto in classifica, mentre la società di Montignoso, dopo un girone di andata cosi così, ha intrapreso un'ottima risalita e in virtù degli ultimi risultati si era piazzata a metà classifica, a ridosso di Spartak Apuane e Palleronese in odor di play off.

Inizia a parlare il tecnico Stefano Bambini dei Rangers

Mister per il calcio dilettantistico si prospetta la chiusura cosa ne pensi? “Sinceramente sono molto pessimista sulla ripresa del campionato, al momento non vedo come le squadre delle nostre categorie possano soddisfare tutte le norme igieniche sanitarie che giustamente verranno messe per la ripresa anche solo degli allenamenti. Per questo non vedo altra soluzione che la definitiva sospensione del campionato”.

Come state vivendo questo lungo periodo di inattività? “La società aveva deciso già pochi giorni prima della iniziale sospensione dei campionati di fermare l'attività sportiva per tutelare il più possibile tutti i ragazzi che fanno parte della nostra squadra. Chiaramente ci dispiace non poterci più allenare e ritrovarci per passare i bei momenti insieme, ma capiamo bene che le priorità ora sono altre e speriamo solamente che questa emergenza finisca al più presto”.

Come è stato il tuo campionato fino al giorno dell’interruzione? "Ho preso la guida tecnica della squadra un mese prima della sospensione del campionato, dopo l'esonero di Marcelo Velasquez, anche se avevo già la funzione di vice allenatore, chiaramente eravamo in una situazione difficile soprattutto mentale, dato che non riuscivamo il sabato a fare quel salto di qualità che ci serviva per portare a casa punti preziosi per muovere la classifica. Eravamo a conoscenza delle difficoltà che potevamo incontrare in questa stagione essendo la prima in categoria dopo anni di amatori, il nostro primo obiettivo era creare un gruppo affiatato per gettare le basi del prossimo anno, e su questo possiamo contare su un bel gruppo di persone serie che credono nel progetto”.

Che decisioni secondo te verranno prese come si terminerà e come sarà la ripartenza... “Come detto prima non vedo altra soluzione che la sospensione del campionato per questa stagione. Sicuramente il prossimo anno sarà un problema per tantissime società, che si finanziano con feste e sagre estive e sponsor di attività locali, dato che sicuramente non potranno avere le entrate previste a inizio anno. Per questo non vedo altra soluzione che un aiuto economico da parte del Governo per finanziare le asd e magari tagli sui costi d'iscrizione da parte della Figc.”

Ci potrebbero essere delle conseguenze per il nostro calcio non solo toscano? “In caso non ci fossero aiuti, sicuramente tante squadre non solo toscane ma di tutta Italia non riusciranno a presentarsi ai nastri di partenza la prossima stagione. Questo sarebbe un vero disastro, dato il ruolo sociale che hanno le nostre società nei nostri paesi, considerando che una società dilettantistica non si muove solamente nel campo da gioco ma è parte fondante del paese che rappresenta”.

A seguire l’analisi sintetica ma ben centrata del tecnico della nuova Fc. Montignoso Enrico Mori (nella foto col suo vice Marco Poggi), allenatore di lungo corso che ha iniziato la nuova avventura nel “suo paese”, allestendo in pochissimo tempo società e squadra: "Innanzitutto grazie per averci interpellato. Credo sia giusto che la stagione dilettantistica debba essere annullata, senza retrocessioni ne promozioni. Il periodo che stiamo attraversando e’ bruttissimo, specialmente per le persone che non ci sono più. Il calcio é una gioia, noi come nuova società siamo vicinissimi e molto uniti, ci sentiamo tutti i giorni. Per il nostro campionato visto che era il primo siamo molto soddisfatti, il Covid 19 ci ha interrotto nel nostro momento migliore, indubbiamente stiamo già pensando alla prossima stagione. Infine concludo lanciando un messaggio alla federazione: A mio avviso deve iscrivere tutte le società al prossimo campionato gratis”.
Domenica 10 maggio 2020 alle 08:51:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Questo post è a cura della A.S.D. Sportivamente


Notizie Massa Carrara






Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Liguria News