Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 11.44 del 15 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Mia Bellucci, una stella massese nel Milan | Foto

La calciatrice rossonera, allenata da Maurizio Ganz: «Il lavoro dà i suoi frutti e io coltiverò quelli giusti per tornare in nazionale»

L'Intervista
Mia Bellucci, una stella massese nel Milan<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/calcio-massa-carrara/fotogallery/mia-bellucci-una-stella-massese-tra-quelle-del-milan-641_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>
Femminile - Ha iniziato a giocare con i “maschietti” a 5 anni nella “Stazione”, storica scuola calcio locale, e dopo uno straordinario percorso, fatto anche di convocazioni in Nazionale, oggi veste la maglia del Milan. Stiamo parlando delle ventiduenne massese Mia Bellucci (foto ©LaPresse), in rossonero già dalla passata stagione con coach Carolina Morace. Quest’anno è stata confermata ed allenata nientemeno che dall’ex bomber di Inter e Milan Maurizio Ganz.

Oggi il settore femminile del nostro calcio è ai suoi massimi storici, con ancora ampi margini di miglioramento. Mia è sulla cresta dell’onda e vuole cavalcarla fino in fondo.

Mia Bellucci, giovanissima atleta classe 1997 alla seconda stagione al Milan. Raccontaci il percorso che ti ha portato a vestire la prestigiosissima maglia rossonera… ”Ho cominciato a 5 anni nella società Stazione di Massa, dove sono rimasta fino agli 11/12 anni. Poi la squadra è la società si sono sciolti ed io ho seguito il mister e alcuni compagni a Capezzano Pianore, dove ho trascorso i miei anni migliori, togliendomi un sacco di soddisfazioni, prima tra tutte la Nazionale. Poi purtroppo erano finite le deroghe per giocare con i maschi, e sono dovuta andare al femminile. Così ho deciso di andare al Castelfranco che all’epoca era in Serie B, oggi chiamato Empoli Ladies. Tra i ritiri in nazionale e allenamenti duri purtroppo ho avuto un infortunio, la rottura del crociato anteriore. Rientrare dopo i lunghi mesi di riabilitazione è stato molto difficile, ma allo stesso tempo una sorta di rinascita: nonostante gli alti e bassi ho continuato ad allenarmi duramente per riprendere la mia forma fisica al 100%. Penso di aver fatto un buon lavoro, dato che l’anno scorso ho ricevuto una chiamata dal Milan”.

Cosa è che ti ha spinto a continuare, soprattutto dopo l’infortunio? ”Non è sempre stato facile, tante volte solo la passione, la voglia e la soddisfazione di veder muovere quella rete! Soprattutto quando macinavo più di 150 km al giorno, tra andata e ritorno, per andare al campo di allenamento e dovevo anche studiare, ma giocare per me significa essere felice, il calcio è la mia vita!”.

Sei un centrocampista, qual’è la posizione nella linea mediana che preferisci? ”Sono una giocatrice a parer mio più tecnica e di corsa che tattica. Amo la competizione e adoro pormi sempre degli obbiettivi, per migliorarmi di continuo. Ho sempre giocato esterno o mezzala”.

Ganz ti sta impiegando in quel ruolo? ”Si, Ganz mi sta facendo giocare mezzala”.

La passata stagione sei stata tormentata da problemi fisici e hai giocato poco, ma la società ti ha confermato, visto il tuo talento e le tue qualità atletiche. Come ti senti oggi, la tua tibia ha risposto bene nelle prime uscite stagionali? ”Purtroppo l’anno scorso ho avuto una brutta periostite che mi ha impedito di dimostrare alla squadra e alla coach Morace le mie potenzialità, e di questo ne ho sofferto molto. Ho provato molte cure avendo benefici momentanei. Tuttora continuo a giocare e a fare terapia, allenandomi tutti i giorni e stringendo i denti!”

Quest’anno come allenatore hai Maurizio Ganz, un campione che non ha certo bisogno di presentazioni. Quanto stai imparando con lui? ”Con mister Ganz e l’assistente Davide Cordone sto imparando molto, mi riprendono e mi spronano allo stesso tempo, ed è di questo che ho bisogno per ritornare al 100%. Il mister ha creato un gruppo molto solido ed è una cosa fondamentale in una squadra, ci dà tanto ma pretende tanto anche da noi, ci dice sempre di “Giocare semplice e divertirsi ma che per farlo bisogna fare le cose seriamente!”

Il Calcio Femminile negli ultimi anni si sta ritagliando uno spazio sempre più importante, soprattutto nell’ultima stagione, con i Mondiali e grande risonanza anche sulle più importanti piattaforme televisive. Come state vivendo dall’interno questi decisivi cambiamenti e cosa manca ancora? ”Il calcio femminile grazie ai mondiali e al contratto Sky sta avendo sempre più visibilità. Da tre anni a questa parte abbiamo fatto passi da gigante, purtroppo per ora non siamo paragonabili a nessuna squadra maschile ma siamo fiduciose! I campi e le squadre sono aumentate e faremo anche il “Derby della Madonnina” che sarà a breve! Tutte le squadre si sono rinforzate come il Sassuolo, la Roma, la Fiorentina e la Juventus. E’ un campionato molto interessante e competitivo. Purtroppo noi del femminile non possiamo vivere di calcio, sotto l’aspetto economico siamo indietro anni luce, anche solo rispetto a una Serie D maschile”.

Avete vinto le prime due di campionato, ora siete in pausa per la nazionale e poi il derby con l’Inter… Nelle prime due hai avuto poco spazio, credi che Ganz ti potrebbe sfruttare nel derby? ”Si le prime due le abbiamo vinte e il morale è alto. Per quanto mi riguarda mi sto allenando e c’è la metto tutta per essere a disposizione del mister per il derby!”

Infine la nazionale, dove hai presenze con l’under 15 e l’under 17. Tra i tuoi obiettivi c’è anche la convocazione da parte di mister Bertolini? ”Il lavoro da i suoi frutti ed io coltiverò quelli giusti per tornare in nazionale!”
Giovedì 10 ottobre 2019 alle 17:51:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Questo post è a cura della A.S.D. Sportivamente

Fotogallery


Notizie Massa Carrara







Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News