Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 21.34 del 5 Dicembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Salute Posturale nei giovani atleti: Mai sottovalutare la tempestività!

A cura della dott.ssa *Erica Paccini: “La consapevolezza è la prima qualità da allenare per una prevenzione efficace ed una salute vincente”

Fisioterapia
Salute Posturale nei giovani atleti: Mai sottovalutare la tempestività!
Extra - Alla luce delle recenti acquisizioni scientifiche, la maggior parte delle alterazioni morfologiche che si manifestano in età evolutiva, quando non congenite, sarebbero da attribuire non a semplici squilibri muscolari (una conseguenza), ma bensì all'acquisizione di schemi motori errati o non idonei da parte del soggetto. Per “alterazioni morfologiche” si intendono delle dissonanze, dei fattori di disturbo o delle perturbazioni che alterano l'equilibrio statico e dinamico, turbando così anche quello anatomico e funzionale.

Possiamo distinguere le alterazioni morfologiche in:

1. Turbe psicomotorie
2. Atteggiamenti viziati
3. Paramorfismi
4. Dismorfismi

Le turbe psicomotorie fanno riferimento alla mancata o errata strutturazione dello schema corporeo, cui conseguono l'incapacità del bambino o ragazzo di riconoscere ed avere pieno controllo del proprio corpo, della dominanza laterale, dell'organizzazione spaziale e temporale e dell'organizzazione dinamica di sé. Generalmente si manifestano con un atteggiamento rilassato, mancanza di equilibrio, controllo incerto e maldestro del proprio corpo. I movimenti sono scoordinati, imprecisi, e frequenti le assunzioni di posture scorrette.

Gli atteggiamenti viziati sono da considerare dei “vizi estetici” o “comportamentali” dell'adolescenza che alterano la statica e la dinamica del corpo. Si verificano generalmente in bambini o ragazzi che non hanno conseguito a pieno o hanno perduto la capacità di controllo del proprio corpo e sono da reputare fenomeni globali che interessano l'area di regolazione nervosa. L'errata posizione assunta dal soggetto può causare l'espressione di schemi motori errati e questi, a loro volta, l'assunzione di atteggiamenti scorretti. Una mancata o deficitaria strutturazione del sistema centrale dei circuiti di controllo neuromuscolare e delle afferenze recettoriali, è la principale responsabile che determina queste alterazioni.

Il significato etimologico del termine Paramorfismo è: “aldilà (para) della forma (morfe)”. Di seguito alcune definizioni date da diverse autori:

“Un complesso di abiti morfologici paranormali compresi tra i confini della normalità e della patologia” (Sorrentino)
“Modeste alterazioni para-patologiche della forma corporea “(Pivetta)
“Deviazioni in cui la colonna si presenta più o meno rigida “(Lesur)
“Semplici alterazioni funzionali, senza lesiona strutturale” (Zanoli)


I paramorfismi possono venirsi a determinare in seguito a diverse cause predisponenti:

* l'atteggiamento viziato non rilevato in tempo opportuno o trascurato.
* una notevole spinta staturale durante la crescita non assecondata da un adeguato sviluppo della forza muscolare.
* altri fattori come lo stato psico-affettivo del soggetto, eventuali malattie della prima infanzia, disturbi degli organi di senso, carenze o imput errati nell'ambiente scolastico o sportivo.

I paramorfismi rappresentano quindi delle alterazioni dell'assetto corporeo che si manifestano, soprattutto, con rigidità e retrazioni delle catene muscolari come conseguenza di un mancato o errato controllo a livello posturale stabilizzatosi nel tempo.

NB: L'evoluzione di un paramorfismo non trattato per tempo può sfociare in un disformismo!

Nei disformismi, oltre la componente muscolare, risulta interessata anche quella scheletrica. Di conseguenza, l' entità del problema, degli squilibri, dei rischi e delle possibili conseguenze negative sarà molto, molto più ampia.

Parlando ad esempio delle problematiche che interessano la Colonna Vertebrale più frequenti in bambini e ragazzi, mentre i paramorfismi si possono, almeno momentaneamente, correggere con un volontaria attenzione e correzione della posizione o dell’atteggiamento non idoneo, i dismorfismi non possono essere corretti totalmente neppure con uno sforzo volontario, in quanto la colonna ha ormai una conformazione con ad esempio curve e deviazioni definite.

Ecco perché la tempestività’!

La tempestività è fondamentale quindi per evitare che un qualunque atteggiamento non idoneo o qualunque iniziale squilibrio si fissi, si strutturi e diventi un problema di tutt’altra natura, molto più complessa e controversa, per il corretto sviluppo e l‘ottimale salute di bambini e ragazzi.

La tempestività è preziosa ad ogni livello:

* Valutazione
* Inquadramento del problema
* Approccio al problema
* Intervento di riequilibrio del problema.

Adottare tempestivamente delle norme prevenzione o delle linee guida di gestione corretta della propria postura e delle proprie abitudini è davvero importante per far fronte a rischi e danni.

Nel caso di bambini e ragazzi si può davvero EVITARE che problemi inizino a strutturarsi e si può davvero cambiare quella che sarà la strutturazione futura del loro corpo e della loro colonna vertebrale, ad esempio..

Quale migliore ambiente se non gli ambienti o le circostanze in cui bambini e ragazzi passano il loro tempo quali, ad esempio, la scuola e le attività sportive?!

Negli ultimi anni le casistiche di giovani atleti e sportivi con sindromi dolorose o squilibri posturali sono veramente allarmanti e ad un‘età sempre più bassa!

Per fare un esempio, un dato importante da non sottovalutare è l’aumento della diffusione del sintomo “mal di schiena” proprio in età giovanile, specialmente tra gli 8 e i 15 anni.

Il mal di schiena è un sintomo da non sottovalutare perchè sta a significare uno squilibrio in atto e non dovrebbe invece essere presente in soggetti che sono nel pieno del periodo della loro sviluppo e della loro strutturazione sia muscolo scheletrica che posturale.

Sensibilizzare ed abituare i ragazzi ad acquisire e migliorare la gestione delle proprio abitudini/attitudini in funzione di una maggiora salute sia muscolo scheletrica che posturale è importantissimo inoltre anche per salvaguardare la loro salute e la loro efficienza di giovani atleti sportivi.

“La consapevolezza è la prima qualità da allenare per una prevenzione efficace ed una salute vincente”

*Erica Paccini
Dott.ssa in Scienze Motorie.
Specialista in Attività Motoria Preventiva e Compensativa
Specialista in Chinesiologia e Posturologia.
Specialista in Rieducazione Motoria, Funzionale e Posturale
Fondatrice e CEO di FISIOGIN
Per info, domande o chiarimenti :
3315672272
ericapaccini@yahoo.it
Giovedì 28 novembre 2019 alle 08:30:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Questo post è a cura della A.S.D. Sportivamente


Notizie Massa Carrara







Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News