Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 22.01 del 15 Ottobre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Tenerani risponde alla VViareggio: "Società mai intervenuta"

A poche ore dell'esonero, tuona l'ex mister della Virtus Viareggio che risponde alla società versiliese con un lungo virgolettato

Tenerani risponde alla VViareggio: `Società mai intervenuta`
Eccellenza - A poche ore dall'esonero, tuona l'ex mister della Virtus Viareggio Fabrizio Tenerani che risponde alla società versiliese con un lungo virgolettato nel quale mette nero su bianco le carenze della squadra e le richieste da lui fatte ma mai accolte.

Di seguito la sua dichiarazione:

"Ad agosto, quando siamo partiti, la rosa a disposizione era incompleta e avevamo problemi in tutti i reparti. Poi nel percorso è cambiato poco o nulla. Nel reparto offensivo avevamo solo Taraj, che è un attaccante di peso, molto bravo sulle sponde e spalle alla porta ma ciò che mancava era un finalizzatore. Anche a centrocampo eravamo incompleti, con solo Bedini e nessuna alternativa e sugli esterni non c'erano giocatori adatti. Anche dietro eravamo carenti. Inizialmente mi è stato detto che dovevo darmi pazienza, che la rosa era quella e che da li a breve avrebbero integrato. Così ovviamente non è stato.

Con le prime gare ufficiali, vedi in Coppa contro la Massese, si sono visti tutti i nostri limiti. Ho cercato in tutti i modi di sollecitare, di fare capire che in quelle condizioni risultati positivi non sarebbero arrivati. Il direttore Gianmaria Lertola, procrastinava ma senza mai far nulla di concreto. Nelle prime quattro gare di campionato abbiamo giocato con tre delle squadre più forti del campionato, aggravati dai vari infortuni e squalifiche. Col Fucecchio ci hanno espulso Ceccarini, a Perignano con una formazione molto rimaneggiata siamo andati vicinissimo al pareggio, con la Prolivorno abbiamo perso di misura, e domenica col San Miniato dietro abbiamo giocato con Della Maggiora, gran giocatore esperto ma di 38 anni che non ha fatto preparazione e quindi in carenti condizioni fisiche, senza Cinquini (infortunato) e con Bartoli in difficoltà. Per questo abbiamo sofferto molto e perso malamente. A riguardo di Della Maggiora voglio specificare che era venuto con me per farmi da secondo e ritengo sarebbe stato un valore aggiunto, sia come tecnico che come calciatore, ma ho dovuto farlo allenare e senza aver fatto la preparazione, per inserirlo nel l'organico. Lo ringrazio molto per ciò che ha potuto dare.

Anche gli addetti ai lavori che hanno visto le partite possono confermare che questa era una rosa che avrebbe fatto fatica anche in promozione. Due settimane fa mi hanno mandato un calciatore in prova dalla Norvegia non tesserabile, questo è l'unico che si è visto al campo.

In oltre voglio evidenziare che lo spogliatoio non era disunito, i ragazzi erano con me e anche loro sapevano che i problemi erano molti ed evidenti.

Dopo la seconda/terza sconfitta la società era già in contatto con il nuovo allenatore. In questi giorni con lui mi dicono che dovrebbero arrivare 4 giocatori, cosa che io ho chiesto mille volte ma senza mai avere risposte.

Dal punto di vista professionale ma anche umano mi sento veramente mortificato per il comportamento della società, una società che non è intervenuta".


Foto: Virtus Viareggio Facebook
Martedì 1 ottobre 2019 alle 14:33:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Questo post è a cura della A.S.D. Sportivamente


Notizie Massa Carrara







Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News