Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 15.34 del 21 Gennaio 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Montignoso Campione di Coppa, Gassani: “Vittoria esclusivamente dei giocatori”

"Non ha vinto il Montignoso ma ha vinto la nostra provincia”

Montignoso Campione di Coppa, Gassani: “Vittoria esclusivamente dei giocatori”
Eccellenza - Doveva essere la rivincita per la grande favorita Zenith Audax dopo la finale persa dell’anno passato con il Grosseto e invece il cielo del "Bozzi" di Firenze si è tinto di rossoblu con il Montignoso Football Club che meritatamente si iscrive nell’albo d'oro della competizione ed entra di diritto nella storia del calcio toscano.

Di seguito le parole di mister Gassani che analizza la partita:

Mister ci descriva quanta gioia prova per questo straordinario risultato... ”Una gioia indescrivibile per il risultato raggiunto e un orgoglio per quanto i miei hanno fatto vedere in campo oggi e per il percorso perfetto fatto nella manifestazione. La vittoria di oggi ripaga il sottoscritto e i giocatori dei sacrifici che quotidianamente compiono”.

A giudizio insindacabile di tutti mai Vittoria fu così meritata... ”Confermo la legittimità della nostra vittoria. Abbiamo giocato una grande partita contro un grande avversario al quale a parte il rigore, non abbiamo concesso nulla mentre noi abbiamo preso una traversa e ci siamo presentati 4 volte davanti al portiere, risultando imprecisi e sfortunati in quanto due volte fermati per fuorigiochi palesemente inesistenti”.

Mister, l’arbitraggio di oggi è stato definito dagli addetti ai lavori presenti veramente imbarazzante e dannoso nei vostri confronti... ”Scusate ma non voglio più parlare degli arbitri perché mi vengo a noia da solo. Era presente il presidente della federazione signor Antonioli, chiedete a lui un giudizio sulla terna arbitrale e vedrete che la vostra introduzione all’argomento troverà conferme”.

Il presidente della figc Andrea Antonioli era presente e si è voluto complimentare pubblicamente con voi per la incredibile prestazione, come tutti noi ha dichiarato di essere orgoglioso di ciò che avete fatto e che ne va del prestigio di tutta la città. Cosa hai da dire a riguardo? ”Ringrazio il presidente Antonioli della sua presenza e dei complimenti che ci ha fatto. Oggi non ha vinto il Montignoso ma ha vinto la nostra provincia. Questa è la vittoria di tutti e con tutti, noi la vogliamo condividere. Siamo orgogliosi di aver rappresentato la provincia in un evento così importante e di aver ottenuto un trofeo che da lustro a tutto il nostro movimento sportivo”.

Mister, ci può spiegare la sua espulsione che nessuno ha capito?Il gioco era fermo, sono uscito dall’area tecnica di qualche centimetro, rimanendo allesterno del campo per riprendere Chiaramonti, perché non aveva ottemperato a una mia disposizione su una situazione da palla inattiva, e il guardalinee ha richiamato l’attenzione dell’arbitro che mi ha espulso. Valutate voi, io non voglio davvero commentare”.

Mister ha sorpreso tutti nella formazione ideale, schierando dall’inizio la coppia Chiaramonti-Geraci e cambiando modulo, passando al 4-3-1-2 con Lazzarini sulle tracce di Silva Reis. É stata la chiave tattica della partita? ”Sono partite secche dove bisogna mettere in campo l’artiglieria pesante, ovvero quei giocatori che hanno i colpi per creare un episodio e farti vincere la partita. Ecco perché ho giocato con due attaccanti come Chiaramonti e Geraci. Per quanto riguarda Lazzarini e la posizione da trequartista nella zona di Silva Reis non si poteva pensare di andare a giocare contro una squadra forte come lo Zenith senza accorgimenti tattici, senza soffocare le loro certezze. I ragazzi tatticamente sono stati ineccepibili ed è stata l’arma principale che ha portato l’inerzia della partita dalla nostra parte”.

Questa è la vittoria di...? ”Questa è la vittoria esclusivamente dei giocatori, della loro serietà, della loro applicazione, della loro voglia di ritagliarsi uno spazio importante nella storia del calcio toscano. A loro vanno i miei più grandi complimenti”.

Questo trofeo, iscrive ufficialmente il suo profilo tra i top allenatori della Toscana... ”Io penso solo a lavorare perché sono rimborsato per far questo e perché adoro lavorare sul campo. Il resto sta agli altri giudicare. Io vado avanti per la mia strada perché c'è una salvezza da conquistare e una partita importante e delicata come quella con il Castelfiorentino da affrontare”.

Mister, vuole nominare qualche singolo che a suo avviso nella finale ha spiccato più degli altri? ”In un contesto dove tutti sono stati bravissimi, dove tutti hanno espresso un eccellente standard di rendimento, diciamo che Frongillo, Berti, Lazzarini, Signorini e Mussi, ovvero la colonna centrale della squadra, sono stati davvero straordinari, superlativi!”

Dopo un risultato del genere è lecito togliersi qualche sassolino dalle scarpa... ”Non ho nessun sassolino da togliermi, sono felice per il trofeo vinto che da lustro alla mia giovane carriera da allenatore e questo per me è l’unico aspetto che conta. A voi giustamente piacciono le polemiche invece a me quelle stancano ed io invece devo recuperare energie perché domenica c'è il campionato che non aspetta nessuno”.

Nella foto (da sinistra verso destra) Ciuffi, Frongillo e Alberti
Giovedì 10 gennaio 2019 alle 12:20:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Questo post è a cura della A.S.D. Sportivamente


Notizie Massa Carrara




















Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News