Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
Contattaci
Ultimo aggiornamento ore 13.34 del 12 Novembre 2019

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Il Città di Massa non si ferma più, altra vittoria in coppa

Nella prima partita a porte aperte al nuovo PalaOliveti, il Città di Massa batte ancora l'Imolese e guadagna l'accesso al turno successivo

Calcio a 5
Il Città di Massa non si ferma più, altra vittoria in coppa
Calcetto - Tabellino
Città di Massa Dodaro, Berti, Manfredi, Quintin, Garrote, Ussi, Perciavalle, Marcio, Bertoldi, Lari, Cettoni. Allenatore Garzelli.
ImoleseVittori, Paganini, Castagna, Foglia, Pica Pau, Butturini, Radesco, Pieri, Ansaloni. Allenatori Vignoli.
Ammoniti Ussi (M); Pica Pau (I); Quintin (M)
Espulsi Foglia (I); Ussi(M)
MarcatoriManfredi (rigore)(M); Pieri (I); Castagna (I); Garrote (rigore)(M); Perciavalle (m)

Due bellissime notizie per gli appassionati del calcio a 5 e tifosi del Città di Massa. La prima è arrivata stamani: l'apertura al pubblico del nuovo PalaOliveti. Dopo 4 partite giocate senza pubblico, la società di Massa ha potuto contare sull'appoggio dei propri tifosi nella partita di stasera, in coppa di divisione contro l'Imolese. Gli emiliani si erano già scontrati con i bianconeri, alla terza di campionato, uscendo sconfitti. Stessa sorte gli è toccata in coppa, al termine di una partita nervosa ed emozionante, giocata fino all'ultimo secondo al massimo, da entrambe le squadre.

Un primo tempo scoppiettante e giocato intensamente. Parte meglio il Città di Massa che non fatica a trovare fiducia e crea, prima con una punizione di Garrote poi con una grande occasione per il massese Berti, non pochi pensieri alla squadra di Vignoli. L’Imolese non si spaventa, però, e anzi incomincia a trovare il ritmo figlio di un gioco molto fisico e cattivo, a volte troppo. Dopo 5 minuti, l’inerzia del match sembra infatti essersi spostata verso i rossoblù guidati da un ottimo Castagna che prova ad impensierire Dodaro con un gran tiro da fuori, ma il capitano ed eroe di casa si fa trovare pronto. Il numero 12, Pica Pau, sale in cattedra e prova a lasciare il segno nella partita, ma i bianconeri rimettono il naso in avanti con Quintin che sfiora il palo dopo una grande azione personale. Con il pubblico che si fa sentire e un paio di giocate giuste, il Città di Massa riesce a ritrovare il piglio di inizio partita e prende il totale controllo dell'incontro. Una grande azione targata Quintin, Marcio e Perciavalle impegna il portiere Vittori che è miracoloso qualche istante dopo su Bertoldi, veloce in ripartenza ma non nel mettere la palla in rete.
Gli uomini di Garzelli riescono a concretizzare il bel gioco a 6 minuti dalla sirena, quando l’arbitro gli assegna un calcio di rigore per un, presunto, fallo di mano di Foglia in area. Manfredi ringrazia e tra le proteste degli ospiti trasforma in rete.
L’Imolese sembra non poter creare pericoli a Dodaro fino a quando Quintin viene atterrato al centro del campo, l’arbitro lascia correre e Castagna è libero di servire Pieri che deve solo appoggiare in rete. Pareggio immeritato e inaspettato per l’Imolese che però non riesce ad invertire la tendenza del match che vede ancora il Città di Massa in avanti, spinto dall’urlo dei tifosi presenti, e che a una manciata di secondi dalla sirena colpisce l’incrocio con un gran tiro di Quintin.

Dopo l'intervallo, gli emiliani entrano rinvigoriti e più determinati. Dopo neanche due minuti, l'atteggiamento degli ospiti crea i suoi frutti quando Castagna sigla i gol del momentaneo vantaggio. Passa poco però e il Città di Massa riesce a reagire e a trovare il secondo rigore della serata, per il secondo fallo di mano di Foglia che questa volta letteralmente para la palla in cima alla linea di porta. Il fallo costa al numero 10 emiliano l'espulsione e all'Imolese il vantaggio, Garrote infatti è freddo e continua il momento prolifico siglando il 2-2.
La partita si fa nervosa e fallosa, con il pubblico partecipe e infuocato e le due squadre che non tirano mai indietro il piede. Quintin impensierisce più di una volta Vittori, con dei velenosi tiri da fuori, senza mai riusscire a sorprenderlo. La partita si scalda ancora di più quando, a 11'50'' gli ospiti finiscono il bonus di falli e i bianconeri continuano a creare gioco. A 9 minuti dalla sirena, Lari si guadagna una golosa punizione che porta al primo tiro libero della serata. Dopo un piccolo battibecco con Garrote, Lari si prende il pallone ma non riesce a segnare.
A 7'26'' il Città di Massa commette il quinto fallo della serata, equilibrando la situazione falli e aggiungendo del pepe ad una partita già molto accesa. Il pubblico si infiamma definitivamente quando, a 6 minuti dal termine, Perciavalle riesce a segnare il gol del 3-2 su una bella ripartenza.
Le emozioni non finiscono qui però, perchè prima Garrote guadagna e sbaglia un tiro libero, poi a pochi secondi dalla fine Ussi entra in scivolata su Pica Pau. Il numero 5 apuano prende pulito la palla, ma l'arbitro fischia fallo e sventola il secondo cartellino giallo al giocatore di casa. Il PalaOliveti è una bolgia, Pau ha la possibilità di strappare un pareggio inaspettato, ma si fa ipnotizzare da Dodaro e spedisce fuori il tiro libero. I padroni di casa resistono con l'uomo in meno fino al termine, prima di liberare l'urlo di gioia.

Prova di forza da parte della squadra di Garzelli che batte ancora la gettonata Imolese e mette a segno la terza vittoria di fila, quella per avanzare al quarto turno di Coppa di Divisione. Il Città di Massa dimostra di avere carattere e personalità, capacità di soffrire e tanti attributi. E adesso che potrà contare anche sul tifo del PalaOliveti, i bianconeri sembrano una bella corazzata.
Testa a Sabato, il Città di Massa è atteso dalla difficile trasferta di Milano dove dovrà affrontare un'altra grande squadra in un altro scontro diretto, per confermare il primo posto condiviso con il Carrè Chiuppano.
Mercoledì 6 novembre 2019 alle 21:54:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Questo post è a cura della A.S.D. Sportivamente


Notizie Massa Carrara







Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore responsabile: Matteo Bernabè

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News