Ultimo aggiornamento ore 18.33 del 23 Agosto 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

La Lega Nord: Nelle spiagge massesi vietato tutto o quasi, tranne vendere merce abusiva

La Lega Nord: Nelle spiagge massesi vietato tutto o quasi, tranne vendere merce abusiva
Marina di Massa - La Lega Nord di Massa ritorna sulla questione dell'abusivismo, dopo innumerevoli lamentele di turisti e cittadini apparse anche sulle cronache locali: "I venditori abusivi sul nostro litorale non sono certo una novità di questa estate. Ciò che è cambiato rispetto agli anni passati è la quantità e l'organizzazione che questi individui, del tutto indisturbati, stanno sviluppando sul nostro territorio." La Segreteria comunale del Carroccio evidenzia ed analizza così il problema: "Infatti non stiamo più parlando di venditori che girano con braccialetti e qualche maglietta in un borsone, ma di veri e propri bazar a cielo aperto con postazioni ormai fisse.
La causa di questo fenomeno va ricercata sia nell'aumento numerico di queste persone ma soprattutto nel lassismo della nostra amministrazione che non prende adeguate contromisure.
Pare che ci sia stata molta piu attenzione a sanzionare altri tipi di reato, come il gioco a pallone o a racchettoni non più solo in battigia ma da quest'anno anche in mare (determina del comune di Massa n. 1164 del 24 aprile 2017).
Sui venditori abusivi a volte si possono sentire commenti come: "Ma non danno noia a nessuno, "A me piacciono i loro mercatini", "Meglio venditori abusivi che rapinatori o assassini". Chi pensa questo però forse non si mette nei panni dei nostri commercianti che già faticano a tirare avanti tra crisi, tasse e burocrazia e adesso si trovano anche a dover fronteggiare questo tipo di concorrenza sleale.
Non è più vero infatti che questi venditori abusivi si rivolgano a un tipo di clientela diversa che non danneggia nessuno: la ricerca di merce a basso prezzo infatti ormai è diffusa tra i cittadini, lo dimostra l'apertura delle tante catene low cost anche nella nostra città. Mentre però queste ultime hanno avuto la licenza per vendere, qui stiamo parlando di totale lavoro nero: e pensare che secondo qualche buonista di sinistra queste persone dovrebbero pagarci le pensioni!
Nonostante in comuni vicini al nostro come Forte dei Marmi e Pietrasanta, siano state prese delle contromisure di fronte a questo fenomeno, nel nostro comune nessun provvedimento efficace è stato anche solo preso in considerazione e la situazione di degrado ormai è sotto gli occhi di tutti.
Abusivismo senza controllo tollerato, ma multe salate per chi gioca in mare con due racchette o un pallone: proprio un bel biglietto da visita per i turisti. Poi ci si lamenta del turismo poco sviluppato nel nostro comune."
Domenica 13 agosto 2017 alle 12:37:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara






VIDEOGALLERY
























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Direttore: Luca Borghini

Privacy e Cookie Policy