LA REDAZIONE
telefono redazione massa carrara 0585 027167
PUBBLICITA'
pubblicità massa carrara Richiedi contatto
Ultimo aggiornamento ore 23.03 del 21 Novembre 2017

Facebook La Voce Apuana Twitter La Voce Apuana RSS La Voce Apuana

Il primo bosco urbano a Carrara

Domenica 19 novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, un’area abbandonata di 3500 metri quadri sarà recuperata

Il primo bosco urbano a Carrara
Carrara - Sarà il primo bosco urbano della città. L’Amministrazione comunale annuncia l’adesione del Comune alla Giornata Nazionale degli Alberi (fissata dalla legge 10/2013) con un’iniziativa aperta a tutta la cittadinanza che si svolgerà domenica 19 novembre 2017 dalle ore dalle ore 10.00 alle ore 16.00.

Condizioni meteo permettendo, cittadini, associazioni, comitati, consiglieri comunali, sindaco e assessori recupereranno un terreno abbandonato e in stato di degrado che si trova a Marina di Carrara tra via Bassa e via Bertoloni. Entro la fine dell’anno saranno 400 le piante interrate e che trasformeranno quell’area, grande 3500 metri quadrati, in un vero e proprio bosco urbano. Le piantine e gli alberelli saranno nella quasi totalità donati da vivai forestali regionali anche nell’ottica di realizzare un intervento a costo quasi zero.

“Quest’anno – ha spiegato l’assessore alle politiche ambientali, Sarah Scaletti – per la prima volta il Comune di Carrara si accinge a dare attuazione a quanto previsto dalla legge 10 del 2013. In particolare la legge, al fine di perseguire gli obiettivi fissati nel Protocollo di Kyoto, istituisce la Giornata Nazionale degli Alberi con lo scopo di valorizzare l’ambiente e il patrimonio arboreo. Ogni albero – ha proseguito – in media assorbe circa 12 chili di Co2 all’anno e migliora il microclima. Creare boschi urbani come quello che ci apprestiamo a realizzare, ci aiuta a migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità degli insediamenti urbani. Le aree verdi favoriscono la biodiversità all’interno delle aree urbane, contrastano l’effetto ‘isole di calore’ cittadine e costituiscono importanti barriere acustiche. Abbiamo inoltre l’obbligo, spesso disatteso, che discende dalla vecchia ‘Legge Rutelli’ del 1992, di piantare un albero per ogni nuovo nato residente. Infine – ha concluso l’assessore – voglio ringraziare Aurora, una studentessa di quinta liceo che ha avuto l’idea grafica e ci ha dato lo spunto che ha permesso di realizzare la locandina della manifestazione di domenica”.

Ha preso poi la parola il presidente del Consiglio comunale, Michele Palma. “Tutti questi – ha detto – sono ottimi motivi per realizzare un piccolo o grande bosco urbano, un’area verde che sia al tempo stesso naturale e fruibile dai cittadini. Ma c’è un motivo che forse ci piace ancora di più ed è che attraverso questa iniziativa, una piccola porzione di territorio cittadino viene sottratta all’abbandono, al degrado e viene riqualificata per renderla disponibile a tutti i cittadini. Fare partecipare i cittadini, coinvolgere le associazioni ed il quartiere, crediamo, che farà sì che questi cittadini sentiranno un po’ più ‘loro’ questo nuovo spazio e sentendolo come loro, ne avranno cura e lo proteggeranno. La partecipazione, credo, sia l’ossigeno della comunità e del senso civico e la nostra comunità ha un gran bisogno di respirare. Proporrò al Consiglio comunale – ha aggiunto Palma – di adottare una delibera affinché questa iniziativa non sia unica, ma diventi strutturale, in modo che l’Amministrazione riservi un piccolo, piccolissimo capitolo di spesa per poter fare ogni anno un intervento di questo tipo e recuperare un pezzetto nuovo di città. Quest’anno iniziamo con Marina, magari l’anno prossimo ne faremo uno ad Avenza o Bonoscola, o dove ci sarà l’opportunità di farlo”.

Presente alla conferenza stampa di presentazione anche Lucia Venuti, direttrice di Amia. La partecipata del Comune, infatti, ha collaborato alla realizzazione di questo progetto. “Amia – ha spiegato – ha fornito e fornirà il supporto logistico, di mezzi e uomini nonché di consulenza agronomica per realizzare l’evento di domenica”.

“Interventi come questo – ha fatto sapere il sindaco Francesco De Pasquale, non presente alla conferenza stampa di presentazione per sopraggiunti impegni istituzionali – diventeranno strutturali nella nostra città: recuperare aree abbandonate, riqualificarle e metterle a disposizione della collettività. L’invito è rivolto a tutti i cittadini, a tutte le famiglie di Carrara, per partecipare a questa festa dell’ambiente”.

In caso di maltempo, l’iniziativa sarà rinviata.
Mercoledì 15 novembre 2017 alle 10:18:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Massa Carrara



VIDEOGALLERY


FOTOGALLERY



VIDEOGALLERY


Sondaggio

Che reparto deve potenziare la Carrarese nel mercato invernale?


























Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Massa n° 4/2017
Via Fratelli Rosselli, 33 - 19121 La Spezia
Direttore responsabile: Luca Borghini

Contatta la Redazione

Privacy e Cookie Policy

Liguria News